“Lo hanno sentito”. Ponte Morandi, paura dopo le ultime segnalazioni. Cosa può succedere


Dopo la segnalazione di alcuni scricchiolii sulla parte lato est di ponte Morandi la Procura di Genova che indaga sul disastro si tiene pronta ad autorizzare il via libera all’abbattimento in caso di necessità della parte restante del viadotto che sovrasta le case, già evacuate, dal lato di via Fillak e via Porro, per salvaguardare la pubblica incolumità. A segnalare la situazione e gli scricchiolii sono stati i cittadini del quartiere interessato. In queste ore sono in corso verifiche tecniche e di staticità: se vigili del fuoco e protezione civile dovessero richiedere una demolizione per problemi di stabilità gli inquirenti sono pronti ad autorizzare la misura in tempo reale. (continua dopo video e foto)

GDF IN UFFICI PROVVEDITORATO - Questa mattina, negli uffici genovesi del Provveditorato interregionale alle opere pubbliche per la Liguria, il Piemonte e la Valle d'Aosta, gli uomini della Guardia di Finanza hanno acquisito documenti. L'ordine di esibizione della documentazione, partito dalla procura di Genova che indaga sul disastro, ha riguardato un elenco ampio di documenti pubblici che attengono alla concessione, ai piani di manutenzione e a interventi di ogni tipo eseguiti nel corso degli anni. (continua dopo le foto)

 

AUTOSTRADE: RICEVUTA LETTERA MIT - Intanto Autostrade per l'Italia, in relazione al crollo, si legge in una nota del gruppo, "ha ricevuto oggi la lettera di contestazione del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit), già anticipata dalla stampa nei giorni scorsi". "Il Mit - informa la nota - ha assegnato alla società il termine di 15 giorni per fornire le relative controdeduzioni".

Il momento terribile. Un nuovo video choc del crollo di ponte Morandi

Caffeina news by AdnKronos

www.adnkronos.com