“Aiuto!”. Una ragazza per terra, poi le urla: il video choc e l’amara verità


 

Il video è rimbalzato in rete e mostrava una giovane sdraiata per terra, che urlava per il dolore alla spalla e per un ginocchio sbucciato. Nel filmato si sente la ragazza strillare e si vede un gruppetto di turisti fermo a osservare la scena. Nessun malore, o aggressione, la 15enne finita in rete era una ladra. Il rocambolesco furto finito male ieri a Venezia, alla Giudecca, è stato filmato da abitante della zona e poi è stato pubblicato sui social. Protagonista una rumena di 15 anni, e la sua complice, che è riuscita a fuggire dopo essere stata scoperta dal padrone dell’appartamento che avevano appena svaligiato. Le due erano state pizzicate da un cittadino veneziano, che rientrato nel proprio palazzo, sente qualcuno che si muove furtivamente, poi davanti all’appartamento di sua proprietà, si accorge subito che la serratura era stata forzata. Nota così le due giovani e capisce che sono state loro a tentare il furto, per poi fuggire rapidamente attraverso le scale dal piano superiore. L’uomo prova a fermarle, ma queste lo spingono e cercano di divincolarsi. (Continua a leggere dopo la foto)



Il proprietario di casa non si perde d’animo e le blocca sull’androne. Il veneziano riesce a bloccare una delle due ragazze, trattenendola per un braccio ed invitandola ad attendere l’arrivo della polizia. Ma la ragazza riesce nuovamente a divincolarsi e a scappare; a questo punto un vicino di casa che era sceso in strada, attirato dalle urla, blocca la via di fuga. In questo frangente, la giovane rumena si spinge contro il petto dell’uomo per poi lanciarsi a terra, procurandosi così l’escoriazione al ginocchio. (Continua a leggere dopo la foto)


Il padrone di casa e i passanti chiamano la polizia e intorno alla ragazza si forma una folla di turisti e cittadini intenti a osservare la scena, che viene ripresa anche da un abitante con il suo smartphone. Arrivati gli agenti sul posto la 15enne si è mostrata collaborativa e ha consegnato lo zaino alla polizia. Al suo interno c’erano diversi strumenti utili per lo scasso e alcuni oggetti rubati dagli appartamenti che la giovane aveva svaligiato. (Continua a leggere dopo la foto)


 


Gli agenti hanno quindi contato: due cacciaviti a taglio ed una chiave inglese regolabile, nonché dodici bracciali in oro, uno con perle e tre in metallo, un paio di gemelli in oro, dodici pendenti in oro, otto paia di orecchini in oro, dieci anelli in oro e sette collane d’oro. I preziosi erano di proprietà dell’anziana madre del cittadino che aveva scoperto la baby ladra.

“Ladra! Vergognati”. Il video incastra la famosa politica. Uno scandalo senza precedenti: fermata dai vigilantes mentre ruba due creme antirughe, è costretta a dimettersi