“Una morte orribile”. Si sdraia sull’asfalto per fare un “gioco”, muore a 17 anni


 

Una dinamica agghiacciante, un incidente terribile che ha visto un minorenne investire e un uccidere un amico per un motivo folle. Una vita spezzata a soli 17 anni in provincia di Terni, dove ora amici e parenti piangono per un dramma che doveva e poteva essere evitato. Tutto è successo nella notte, quando i due si sono diretti in una strada del centro. Qui la vittima si è sdraiata sulla carreggiata, ha estratto il telefonino dalla tasca e ha dato il segnale all’altro, che sarebbe dovuto sfrecciagli accanto mentre il primo lo riprendeva, così da realizzare un video mozzafiato. Invece il ragazzo, alla guida di uno scooter, ha centrato in pieno l’amico, travolgendolo accidentalmente mentre quest’ultimo lo filmava. I due – in base a quanto accertato finora – sono giunti insieme sul luogo dell’incidente in scooter. (Continua a leggere dopo la foto)








Una volta giunti sul posto, il diciassettenne sarebbe quindi sceso, si sarebbe sdraiato e avrebbe realizzato il video del passaggio su un rettilineo, venendo però travolto. È quindi morto sul posto a causa delle gravi ferite riportate. Vani i tentativi di soccorso da parte del 118. I carabinieri hanno raccolto – secondo quanto si apprende – le testimonianze di alcuni amici dei due ragazzi, che avrebbero confermato la ricostruzione, essendo a conoscenza del ‘giocò ideato dal gruppo. (Continua a leggere dopo la foto)




Una tragedia assurda che ha già scatenato polemiche a non finire sui social, con tanti utenti a chiedersi come sia possibile rischiare la vita in maniera così folle per un gioco. I carabinieri al momento stanno esaminando il cellulare del diciassettenne morto, così da verificare l’esistenza di indizi che possano confermare quanto accaduto. Lo smartphone è stato sequestrato dall’Arma e verrà consegnato al sostituto procuratore della Repubblica dei minorenni titolare del fascicolo, Flaminio Monteleone, per una perizia. (Continua a leggere dopo la foto)


 

I militari non sono infatti ancora sicuri che sul dispositivo ci siano immagini dello scontro. Su quanto successo è già stato aperto un fascicolo con l’ipotesi di reato di omicidio colposo a carico, come atto dovuto, del sedicenne alla guida dello scooter. Quest’ultimo è stato ricoverato all’ospedale di Terni a causa delle lievi ferite riportate nell’urto e al forte stato di shock.

“Mai visto nulla di simile”. Una fiocina in testa, il drammatico incidente per un 14enne

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it