“Una mamma non può morire così”. Emanuela, 32 anni, muore poco dopo il parto


La notizia si è diffusa nel giro di poche ore. Poi la tristezza è scesa come un macigno sull’animadi amici e parenti. Emanuela aveva un cuore grande. Lavorava come maestra in una scuola d’infanzia. Era preparata, amava i suoi piccoli studenti e la vita. Poi, pochi mesi fa, la notizia che cambia tutto: scopre di aspettare un bambino e la gioia cresce a dismisura. Ogni cosa sembra procedere per il meglio, il piccolo cresce e vede la luce alla fine di giugno. Ma qualcosa nel fisico di Emanuela Balducci, 32 anni appena, stava cambiando, sempre più stanca, sempre più debilitato. Basteranno poche ore, quelle necessarie agli esami specialistici per conoscere il nome di un nemico troppo forte. Il responso parla di una forma di leucemia che offre poche speranze. Tutto avviene velocemente. Le condizioni si aggravano, i giorni passano ed Emanuela entra in coma. Ma il suo cuore batte, continua a farlo nelle tante persone che attendono un segnale di speranza che purtroppo non arriva. (Continua dopo la foto)



Domenica la notizia che molti non avrebbero mai voluto sentirsi dire. Emanuela non ce l’ha fatta.
«Saresti stata una madre stupenda come lo eri a scuola con i bimbi». Isabella ne è certa. Il suo è uno dei tanti messaggi di affetto comparsi ieri sul social per Emanuela Balducci. «Stupenda e intelligente – la ricorda Alice -. Sempre super preparata negli esami e nei concorsi. Sempre la prima nei voti e nelle graduatorie».
«Sarai sempre nei nostri cuori!! Non esistono parole per poter colmare un dolore e un vuoto così grande, ci dispiace tanto!!!». (Continua dopo la foto)


Chi era Emanuela? «Una persona speciale, dolce e gentile, la gioia dei nostri figli si rifletteva nei tuoi occhi», hanno scritto i genitori dei piccoli alunni. Era una persona discreta, affettuosa, «un cuore immenso» è scritto nei post sui social. «Ed era davvero così» ricorda don Concetto Reveruzzi, che è rimasto accanto alla famiglia nelle ultime settimane.«Ricordo un attimo, negli ultimi istanti di vita. Sul monitor il battito era molto debole. In stanza c’era la madre che ha voluto abbracciare Emanuela. (Continua dopo la foto)


Ebbene, in quell’attimo, sul monitor, il suo cuore ha avuto un sussulto, a riprova di quanto fosse grande il cuore di Emanuela». Un cuore che ha smesso di battere ma che non lascerà mai quanti le hanno voluto bene e terranno vivo il suo ricordo.

Ti potrebbe interessare: “Sembri Avatar”. Simona Ventura massacrata per un selfie. I suoi fan sostengono che la faccia della conduttrice non sia più la stessa… Troppi ritocchini? Giudicate voi