“L’ho perso di vista”. Bimbo scomparso a Bassano del Grappa: la notizia ufficiale


 

Era scomparso da Bassano del Grappa, dove i genitori, originari della Costa D’Avorio, erano arrivati da qualche anno. Il piccolo, tre anni, era nato ad Algeri durante la fuga del paese africano e la famiglia viveva in una struttura d’accoglienza della cittadina in provincia di Vicenza. Il bambino, mentre i genitori erano in casa, entrava ed usciva dall’abitazione per giocare quando la madre non lo ha più visto. Scattato l’allarme si è subito pensato a una possibile caduta nel canale che in un tratto vicino a dove sorge l’abitazione non ci sono recinzioni né parapetti. L’area è stata setacciata da polizia locale, carabinieri e polizia di stato per tutta la mattina. È stato richiesto anche l’arrivo di un elicottero. A destare particolare preoccupazione, fin da subito, la vicinanza tra l’area in cui è scomparso il bambino e un canale in cui la corrente è particolarmente forte. Sul posto, poco dopo, sono arrivati anche i sommozzatori dei vigili del fuoco e tanti volontari che si sono prodigati per ritrovare il piccolo. (Continua a leggere dopo la foto)









I sommozzatori dei vigili del fuoco hanno ispezionato alcune griglie del corso d’acqua utilizzate come sbarramento per il materiale che andrebbe a danneggiare le strutture per la produzione di energi, mentre altri hanno perlustrato un tunnel lungo 100 metri dove per un tratto l’acqua viene incanalata e che passa proprio presso la casa da dove il piccolo era scomparso. Si è tentato anche di abbassare il livello del canale per favorire le ricerche, e si valutava se creare una una centrale operativa direttamente sul luogo per coordinare l’attività delle varie squadre. (Continua a leggere dopo la foto)






Fino al tragico ritrovamento. Purtroppo, il piccolo è stato trovato morto alle 14.20 nella roggia Vica, a Rosà: sono stati due operatori del Consorzio di bonifica a vederlo galleggiare in acqua e a dare l’allarme. Purtroppo per il bimbo non c’era più nulla da fare: la corrente lo avrebbe spinto per circa cinque chilometri. Sul posto i vigili del fuoco e il medico legale per la constatazione del decesso. Nel punto in cui si presume sia caduto il piccolo la corrente è morto forte: questo spiega perché il cadavere è stato trovato a 5 chilometri di distanza dal luogo della scomparsa. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Per recuperare il corpo si è reso necessario abbassare il livello del canale Vica che fiancheggia via Prosdocimi. La piccola vittima aveva tre anni ed era figlio di migranti della Costa d’Avorio. Il piccolo, nato in Algeria durante la fuga dei genitori dal loro paese, la famiglia abita in un alloggio all’interno di Casa Colori, una residenza allestita dai volontari a Bassano del Grappa per accogliere i migranti.

Lo hanno trovato morto. Choc nella nota università italiana: “Il suo corpo era così”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it