È legge (finalmente): multe salate a chi getta mozziconi per strada. Ecco quanto può costare al fumatore maleducato


 

Finalmente è legge e quel ‘finalmente’ si riferisce a chi non sopporta notare le strade del nostro paese ‘invase’ dai mozziconi dei fumatori pigri e indisciplinati. Con l’approvazione della Legge di stabilità, buttare a terra il ‘resto’ del vizio può costare caro, con multe fino a 300 euro. E lo stesso vale per scontrini e ciò che ‘normalmente’ gli italiani hanno la cattiva abitudine di ‘lasciar cadere’ su marciapiedi, strade, aiuole. Le nuove sanzioni puntano a rendere gli italiani dei cittadini più eco-friendly e diventano dunque realtà con l’approvazione in via definitiva del Collegato ambiente, una sorta di agenda verde del paese che in 79 articoli di legge delinea la strada verso la decarbonizzazione e l’economia circolare.

(continua dopo la foto)



L’articolo più ‘in vista’ è quello che sanziona con multe da 30 a 150 euro l’abbandono sul suolo, nelle acque, nelle caditoie e negli scarichi – cioè in qualsiasi posto che non sia un cestino – dei rifiuti di piccole dimensioni, dal chewing gum al fazzolettino. Le multe raddoppiano se si buttano per terra mozziconi di sigaro o sigaretta, per i quali i comuni dovranno provvedere a dotare strade, parchi e luoghi d’aggregazione di appositi raccoglitori.

E chi parla di repressione, di ‘persecuzione’ dei fumatori sbaglia: lo scopo della nuova norma è quello di abituare gli italiani a una educazione ambientale – e di decoro delle città – degna di paese civile.

Dopo 10 minuti e dopo 10 anni. Scopri cosa succede nel tuo corpo se smetti di fumare