“In quel droga party…”. Guai per il noto cantante italiano. La polizia lo ha beccato in compagnia di altre sei persone: cosa succedeva là dentro


 

Per tante ragazzine è un idolo. Tatuaggi sul corpo, lingua sciolta e fare da duro. Testi di critica, sociale e musicale. Una vita agiata la sua, figlio di un famoso regista, abbandonata per seguire la musica. Quello che gli è successo però c’entra poco con chitarre e microfoni, di più con il commissariato di polizia che lo ha beccato in un appartamento in via Bonifacio VIII a Roma dove si stava svolgendo un festino a base di droga.Parliamo di Arturo Bruni, alias Dark Side, figlio dello sceneggiatore e regista Francesco Bruni e membro della band trap Dark Polo Gang, che insieme e Sfera Ebbasta, altro trapper, domina la scena musicale italiala. A dare il via al blitz delle forze dell’ordine, riporta Il Giornale in un lungo articolo sulla sua edizione on line, una telefonata che raccontatava di “due persone che si aggirano con fare sospetto”. Gli agenti di polizia hanno così deciso di intervenire: arrivati in via Bonifacio hanno incrociato un ragazzo che emanava un forte odore di erba, poco distante dal civico VIII. Dopo aver fermato, si sono fatti accompagnare nell’appartamento che aveva da poco abbandonato. (Continua dopo la foto)



Dopo diversi squilli di campanello, un giovane ha finalmente aperto la porta ai poliziotti. All’interno dell’abitazione 7 ragazzi, compreso l’artista Dark Side e una ragazza. Come scrive Il Messaggero, nella relazione rilasciata dalla polizia si legge: “Tutti i presenti apparivano in un evidente stato di alterazione psichica, verosimilmente dovuto all’ assunzione di sostanza stupefacente”.Tra di loro ci sono cinque ragazzi provenienti dalla provincia di Milano, hanno fra i 19 e i 23 anni. Agli agenti hanno spiegato che “siamo venuti per incontrare Dark Side”. Uno di questi è un tatuatore che sta completando un tatuaggio sul braccio del trapper. Nascosta in una caldaia c’è anche un bilancino. (Continua dopo le foto)



 


E nello zaino di uno dei presenti vengono ritrovati 2 grammi di hashish. Uno 25enne di Viterbo viene pizzicato mentre getta un involucro dalla finestra che contiene 13 grammi di marijuana, 8 di hashish e 5 di cocaina. In tasca ha la bellezza di 1800 euro in contanti. Arrestato per detenzione ai fini di spaccio è stato ascoltato dal Olivia Mandolesi ha precisato che “quella droga era per uso personale”. E poi ha detto: “Ho accompagnato Dark Side. Me lo aveva chiesto sua madre affinché lo tenessi sotto controllo. Non vuole che si droghi”.

Ti potrebbe interessare: “Così non va…”. Stefania Pezzopane contro il Grande Fratello (e Barbara D’Urso). La fidanzata di Simone Coccia Colaiuta rompe il silenzio e sbotta