Una parola di troppo e scatta la follia. Prima la picchia, poi la cosparge di alcol, le dà fuoco e quello che fa dopo è ancora più crudele…L’ennesima storia di violenza sulle donne


Storia terribile quella che arriva da San Felice a Cancello (Caserta),dove due uomini, Fakir Ali Cherif e Bach Sais Rachid, di nazionalità algerina entrambi di 47 anni, hanno tentato di uccidere la compagna del primo, una donna di 38 anni originaria del Kazakistan, cospargendola di alcool e dandole poi fuoco. Provvidenziale l’intervento delle forze dell’ordine che, avvertite dai vicini, hanno fatto irruzione nella casa trovandosi di fronte uno spettacolo terribile: la donna  trasformata in una torcia umana, si dimenava sul letto sotto gli occhi gelidi dei due uomini. I militari hanno spento le fiamme usando un lenzuolo: un’ambulanza del 118 ha poi accompagnato la donna in ospedale che ora versa in condizioni molto difficili.

I due algerini, entrambi senza fissa dimora e clandestini, sono stati bloccati dopo una breve colluttazione e chiusi in carcere a Santa Maria Capua Vetere (Caserta).Nella casa dove è avvenuta la tragedia, riporta il Messaggero, è stata trovata una bottiglia contenente liquido infiammabile e un accendino usato per appiccare le fiamme. La vittima attualmente si trova ora in pericolo di vita, ricoverata nel reparto grandi ustionati dell’ospedale Cardarelli di Napoli: circa il 60 percento del suo corpo è stato devastato dalle fiamme.



Ti potrebbe interessare anche: Bruciata viva durante una maratona, ha la forza di rialzarsi. Ma l’ultima sorpresa arriva dal suo fidanzato che le fa una proposta che la lascia senza parole…