Lutto nel Movimento 5 stelle. “Per noi una vittoria con dolore”. È morto a 40 anni, tra lo choc di colleghi e militanti. Prima la gioia dei risultati elettorali, poi la tragica notizia. “Un punto di riferimento, oltre che un amico”


Lutto nel Movimento 5 stelle. A pochi giorni dal voto che ha visto il Movimento 5 stelle raccogliere voti in quantità, arriva la notizia choc. Ad andarsene a 40 anni, nella giornata di lunedì 5 marzo 2018 intorno alle 16, dopo due settimane di coma, è Lorenzo Messineo che è morto all’ospedale di Chieri. La notizia della sua scomparsa ha sconvolto tutti. “Per noi una vittoria listata a lutto, assolutamente”, così ha commentato Stefano Torrese, consigliere di Rivoli, la scomparsa dell’amico e collega.
Messineo, informatico e papà di un bimbo di due anni e mezzo, se ne è andato facendo sprofondare nello sgomento più totale tutti i rivolesi. Ma cosa è successo? “Giovedì di due settimane fa era con noi alla presentazione dei candidati al Parlamento – ha raccontato Torrese a La Stampa -. Poi venerdì era stato in trasferta e quando era tornato la sera non si sentiva tanto bene. Era rimasto a cena con un collega a Chieri e aveva poi dormito da lui. Il collega, vedendo che stava sempre peggio, lo aveva portato in ospedale. I sanitari stavano preparandolo per un’operazione quando il suo cuore si è fermato. Lo hanno ripreso, ma da allora è rimasto in coma”. Continua a leggere dopo la foto



Quando la notizia del coma si era sparsa, erano arrivati tantissimi messaggio di incoraggiamento per Messineo. “Io sono andato a trovarlo sabato scorso – ha aggiunto Torrese -. Abbiamo sperato fino all’ultimo, ma non si è mai ripreso”. Una cosa tristissima e assolutamente inattesa. “Avrebbe dovuto essere lui il candidato sindaco alle elezioni comunali nel 2014 – ha spiegato Torrese -, visto che nel MeetUp c’era da sempre ed era molto preparato. Ma era stato lui stesso a fare un passo indietro, chiedendo di candidarmi. Perché lui era così, animato da vero e puro spirito di servizio. Solo pochi giorni fa stavamo preparando la campagna elettorale del 2019 e lui ci teneva tanto: perché sognava per suo figlio una Rivoli più bella e funzionale”. Continua a leggere dopo le foto



 

Ma Luca Messineo non ce l’ha fatta. E Torrese, mentre racconta di lui, delle sue speranze, dei suoi sogni, non riesce a trattenere la commozione: “E’ una tristezza infinita. Perdo, perdiamo un amico, e per me un vero punto di riferimento, a cui telefonavo sempre quando dovevo prendere una decisione importante”. La vita sa essere davvero crudele, a volte. I funerali di Luca Messineo si terranno giovedì 8 marzo alle 14 a Rivoli, nella parrocchia Santa Maria della Stella in via Piol. Alle 19 di mercoledì 7 marzo, invece, sarà recitato il rosario nella stessa chiesa. I sostenitori del Movimento si stringono tutti intorno alla famiglia in un momento così doloroso.

“È morto dopo la diretta su Rai 3”. Un malore improvviso lo ha stroncato. Grave lutto per l’Italia che perde un uomo di grandissimo valore e spessore: “Ci ha resi grandi in tutto il mondo”