“Ho iniziato per gioco, ma non ho più smesso”. Le parole di Maddalena, escort italiana giovanissima: il suo approccio al mondo del sesso, la sua scelta che ha scioccato tutti. Una confessione senza filtri, che colpisce al cuore


 

Italiana, 23 anni, con gli scuri e i capelli mori. Un fisico perfetto o quasi, di quelli da far invidia alle coetanee e forse anche a qualche star della tv. Lei, Maddalena (così almeno si fa chiamare) ha deciso di vivere facendo la escort, sfrutta a luci siti a luci rosse per farsi pubblicità e ha deciso di rendere pubblica la propria storia, senza troppi fronzoli, confessandosi ai microfoni di Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, conduttori del format ECG su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano. Un racconto iniziato con il racconto dei suoi primi passi in quel mondo: “Ho cominciato per gioco poco prima di finire il liceo classico. Nell’estate precedente avevo fatto la cameriera e la barista. Il datore di lavoro ogni tanto mi toccava il sedere, mi faceva continue battutine, mi diceva che se mi fossi messa con lui mi avrebbe fatto ricca, mi avrebbe fatto star bene. Ma era brutto, pesante, così me ne sono andata, mi sono licenziata. L’anno successivo, per mettere da parte un po’ di soldi in vista dell’università, giocando insieme ad una mia amica ho messo un annuncio sul giornale. Dopo poche ore è arrivata la prima telefonata”. (Continua a leggere dopo la foto)








“Siamo andate in coppia, non sapevamo  nemmeno quanto chiedere. Alla fine abbiamo preso 200 euro per due ore in due. Praticamente niente. Per lei l’esperienza fu traumatica, ha smesso subito. Per me non più di tanto. Così ho continuato. Per mettere dei soldi da parte, essere indipendente, pagarmi gli studi senza pesare sulla mia famiglia”. Oggi Maddalena va ancora all’università: “Gli studi proseguono, tra un anno se tutto va bene dovrei laurearmi in economia e commercio. Ho una media alta, studiare mi piace, ma non credo che smetterò di fare la escort quando finirò l’università. Fare questo lavoro mi piace, il gusto del proibito mi eccita, mi piace essere la trasgressione di uomini facoltosi che pagano un sacco di soldi per passare del tempo con me”. (Continua a leggere dopo le foto)








 

I guadagni? Alti, altissimi. “Nell’ultimo anno ho guadagnato più di 200.000 euro, se voglio una cosa me la compro, tra pochi giorni mi arriverà un’automobile cabriolet da 40.000 euro, con quale altra professione potrei permettermi questo tenore di vita? Lavoro in tutta Italia, faccio dei tour da nord a sud, per incontrarmi ci sono uomini che mi chiamano anche con una settimana d’anticipo. Per un’ora chiedo 600 euro, il sesso, anche quello orale, è rigorosamente protetto, perché ci tengo alla mia salute. Io sono felice del mio lavoro, non me ne vergogno, ma capisco che davanti ai genitori si faccia un passo indietro. Se mio padre o mia madre sapessero quello che faccio, non so se ce la farei ad andare avanti”.

A letto con un cliente, la escort perde la testa di fronte alla scarsa dimestichezza di lui. La serata di passione prende così una piega assurda

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it