Fidanzati uccisi a Pordenone, si va delineando il movente: “Divorato da rancore e odio, ecco perché l’omicida ha sparato in modo freddo e lucido”


 

Gli inquirenti continuano a scavare nella vita di Giosuè Ruotolo, unico indagato per l’omicidio di Trifone Ragone e Teresa Costanza, i sue fidanzati uccisi a Pordenone nella loro auto. Giosuè e Trifone erano commilitoni, in servizio presso la stessa caserma, la “De Carli” di Cordenons. Entrambi avevano superato il concorso per entrare nella Guardia di finanza e per un periodo (prima che Trifone conoscesse Teresa Costanza e decidesse di andare a vivere con lei) abitavano in quell’appartamento di via Chioggia dove i carabinieri del Ris hanno cercato ogni piccola traccia utile all’inchiesta. Ma qual era il vero rapporto tra i due? A questa doanda magitrati e polizia giudiziaria stanno tentando di dare una risposta perché è in quel rapporto che potrebbe essere maturato il movente del duplice omicidio.

I due, è emerso, non erano amici. Vengono descritti come conoscenti parecchio diversi nel carattere, nella personalità e negli interessi. Secondo familiari e amici delle giovani vittime, i due in comune avevano poco o nulla. Gli inquirenti hanno scavato a fondo nella vita del militare pugliese e della assicuratrice siciliana nonché in quella di Ruotolo, alla ricerca del più piccolo dettaglio che possa portare un po’ di luce nel possibile movente, portato a termine con una freddezza e una lucidità degna di un professionista o di una persona divorata dal rancore e dall’odio.

Si delinea, emerge dalle indagini, un quadro di sentimenti forti, come follemente tragica è stata la decisione di andare al palazzetto dello sport con la pistola, di aspettare l’uscita dei due fidanzati dalla palestra e di attendere ancora che Teresa e Trifone entrassero in auto per scaricare  sui loro corpi i proiettili di una vecchia Berretta 7,65. Se le cose stanno così, evidentemente, qualcosa di grave era successo tra i due. E allora perché amici e commilitoni non hanno segnalato nulla agli inquirenti? Nessuno si era accorto di nulla? O ci sono, ancora, altri dettagli che non sono emersi?

Fidanzati uccisi a Pordenone, ha finalmente un volto l’autore del duplice omicidio