Cambiamento impressionante! Ricordate il marito di Elena Ceste? Dai tempi dell’omicidio (di cui è accusato), si è trasformato in un’altra persona. Ecco com’è adesso, dopo essere diventato (tragicamente) famoso…


 

Qualcosa si è rotto. Qualcosa è cambiato. Michele Buoninconti – l’uomo accusato dell’omicidio della moglie Elena Ceste in attesa di giudizio per il prossimo 4 novembre –  non è più lo stesso. Il suo viso è trasformato: magro, scavato, tirato, i capelli lunghi. Buoninconti, per il quale i giudici hanno chiesto 30 anni di carcere, sembra aver perso poi quella spavalderia che lo aveva contraddistinto sin dalle prime fasi del processo sul quale si sta per poggiare la prima pietra.

 

(continua dopo la foto)




La storia di Elena Ceste, è infatti ancora piena di punti oscuri: la donna fu trovata morta in un canale, ben coperta da arbusti in maniera del tutto casuale, durante operazioni di bonifica a cura di un privato. Improvvisamente scomparsa il mattino del 24 gennaio 2014, Elena Ceste era diplomata analista chimica. Soffriva la monotonia della vita provinciale e ultimamente utilizzava i moderni social network allo scopo di ritrovare qualche vecchio compagno di scuola o per cercare conforto in nuove amicizie, anche maschili. Il marito Michele, noto per alcuni suoi atteggiamenti morbosi in quanto molto geloso, non vedeva di buon occhio tutto questo e temeva tradimenti.

Ti potrebbe interessare anche: Caso Elena Ceste, ecco il “dettaglio” che ha portato all’arresto del marito Michele