“Hanno rubato tutto, erano per i bambini”. Choc per un furto che sta indignando l’Italia intera. Proprio a Natale i ladri compiono l’atto più brutto che si possa fare: e ora i piccoli malati? Dove è successo e cosa si sta facendo per provare a rimediare


 

No, dai, a Natale almeno no! Ma come diavolo si fa? Un furto di giocattoli e doni destinati ai bambini malati in ospedale. Non è la prima volta che accade, purtroppo. Anche negli anni passati abbiamo raccontato di episodi ignobili di questo tipo. Questa volta accade a Sanremo dove, come racconta La Stampa, la scorsa notte sono stati rubati i regali di Natale destinati ai piccoli pazienti del reparto di pediatria dell’ospedale Borea. Bambini ammalati che, nella maggior parte dei casi, non potranno passare a casa le festività natalizie. I regali rubati erano stati donati dalle aziende della zona e dai genitori degli ex pazienti, che avevano pensato di donare un po’ di sollievo ai piccoli degenti. I ladri, più di uno a giudicare dalla quantità di giocattoli portata via, erano a conoscenza dei meccanismi di funzionamento del reparto, tanto che sono entrati in azione senza che nessuno si sia accorto della loro presenza. (Continua a leggere dopo la foto)

Ti potrebbe interessare: L’AMORE VINCE TUTTO. IL VIDEO VIRALE CHE SPOPOLA IN RETE…








Gli inquirenti sono al lavoro per capire se le telecamere di sorveglianza possano aver ripreso particolari in grado di far luce sulla vicenda, mentre il personale sanitario si dichiara sbigottito e incredulo. “Atto ignobile – è stato il commento del direttore generale Damonte Prioli, raggiunto dai cronisti de La Stampa – come lo sono tutti i furti, ancora di più in un luogo dove la gente soffre, con l’aggravante di aver colpito la serenità dei bambini”. La buona notizia è rappresentata dalla gara di solidarietà che è cominciata in queste ore… (Continua a leggere dopo la foto)




 


 

Decine di persone hanno chiesto informazioni su come mobilitarsi e l’azienda che aveva realizzato su misura la cucina componibile per le bambine si è subito attivata per consegnarne un’altra. Una bella consolazione, nell’attesa che si faccia chiarezza su una vicenda deprecabile, che ha rischiato di rovinare il Natale di decine di incolpevoli bambini.

 

Ti potrebbe interessare anche: “Meteo pazzo a Natale, occhio!”. Cosa accadrà durante tutte le feste? Se state organizzando un’uscita, è bene che sappiate come si evolveranno le varie perturbazioni. I dettagli zona per zona

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it