Terribile schianto nella notte. Uno scontro frontale che non ha lasciato scampo a tre giovani, inutile ogni tentativo di salvar loro la vita. L’ennesimo bollettino di guerra


 

Terribile schianto. Tre vite spezzate nella notte. L’incidente è avvenuto alle 3.40 della scorsa notte a Falconara marittima lungo la consolare Flaminia, all’altezza del km 266, a poche centinaia di metri dalla Raffineria Api.
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, la polizia stradale e il 118, ma i soccorsi si sono rivelati inutili: i tre erano morti sul colpo. La Statale è rimasta chiusa fino alle 7. Nello schianto hanno perso la vita 2 anconetani che viaggiavano a bordo di una Audi A4 station Wagon: Giuseppe Babici e Francesca Traferri, entrambi di 35 anni. Sull’altra auto, una BMW Serie 1, Mattia Bressan, 21 anni di Marina di Montemarciano. Secondo la Polizia stradale di Senigallia le due auto procedevano a forte velocità lungo un rettilineo dove c’è un limite è di 70 km. La visibilità era buona e il fondo stradale asciutto. Ma, per motivi ancora tutti da ricostruire, una delle due vetture ha invaso la corsia di marcia dell’altra: l’impatto è stato violentissimo, e le auto sono andate quasi completamente distrutte. Difficile il lavoro dei pompieri per estrarre i corpi delle vittime dalle lamiere. (Continua dopo la foto)



L’esatta dinamica dell’incidente è al vaglio della Polizia stradale di Senigallia, le vetture sono sotto sequestro e a disposizione della magistratura. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco e il personale del 118 che non ha potuto fare altro che constatare la morte dei tre. Le salme sono state ricomposte nell’obitorio dell’ospedale di Torrette ad Ancona, a disposizione del magistrato, che potrebbe disporre l’autopsia. Sicuramente verranno condotti accertamenti tecnici per stabilire se l’incidente è stato provocato da un guasto, un colpo di sonno o dall’assunzione di droghe o alcol. La cittadina di Falconara è vicina ad Ancona con la quale forma un unico agglomerato urbano. (Continua dopo le foto)



 


Tanto che i quartieri costieri di Palombina Vecchia (Falconara) e Palombina nuova (Ancona) sono contigui; si estende interamente lungo la costa del mare Adriatico e si presenta con un lungo lido sabbioso frequentato d’estate anche da molti turisti e, naturalmente, dalla popolazione locale. Falconara si affaccia sul Golfo di Ancona, cosa che rende il suo litorale paesaggisticamente interessante. Il toponimo Falconara è frequente nelle Marche (e si associa ad altri connessi, come Palombina, che è anche il nome di una località facente parte del comune), Secondo una tesi esso rinvia alla pratica della caccia con il falcone. Secondo un’altra tesi, il nome deriva dallo stemma gentilizio dei Cortesi, che presenta il falcone coronato riprodotto nell’attuale gonfalone del comune.

Brutto incidente per Franco Battiato. L’annuncio sulla pagina Facebook del cantante annullati tutti i concerti. Le sue condizioni