Di nuovo allarme per la diffusione di false banconote da 50 euro. Dopo l’ultimo maxi sequestro, ecco i consigli delle forze dell’ordine per non prendere fregature


 

Un maxi sequestro che ha tenuto impegnati a lungo gli agenti delle forze dell’ordine e ha visto finire in carcere un uomo di 48 anni, Nicola Caputo, con dei precedenti penali alle spalle. Residente ad Afragola, comune dell’hinterland nord di Napoli, l’uomo si è visto arrivare in casa gli uomini dei carabinieri della stazione locale che hanno iniziato subito un’attenta perquisizione della sua abitazione. Successivamente il controllo è stato esteso anche alla cantina che si trovava subito sotto l’edificio ed è proprio lì che è avvenuto il ritrovamento. In una busta di plastica, nascosta con cura tra una serie di scatoloni accatastati, i militari hanno infatti trovato oltre mille cinquecento euro banconote da 50 euro, tutte rigorosamente false. In totale l’ammontare dell’importo arrivava a ben 76mila euro. I contanti erano tutti identici tra di loro e riportavano lo stesso numero di matricola. Sono stati sequestrati dai carabinieri e saranno inviati ora alla banca d’Italia per gli accertamenti e, una volta appurata la loro natura, la successiva distruzione. (Continua a leggere dopo la foto)



L’uomo è stato arrestato e dovrà rispondere di falsificazione di monete, spendita e introduzione nello stato di monete false.  Dopo le formalità del caso è stato tradotto a Poggioreale. I soldi che si trovavano custoditi all’interno dell’edificio erano destinati a essere messi preso in circolo. Truffe di questo tipo si fanno infatti solitamente più intense con l’avvicinarsi del periodo natalizio: quello è infatti il momento dell’anno in cui si utilizza più spesso moneta contante anche di grosso taglio per l’acquisto di regali di ogni tipo e si riesce così a destare meno sospetto rispetto al solito, ingannando così i negozianti. (Continua a leggere dopo le foto)



 

Con l’immissione della nuova serie di banconote da 50, “Europa”, le forze dell’ordine hanno spiegato come sia più facile controllare oggi la loro veridicità. La carta è caratterizzata da una particolare sonorità e consistenza, con trattini in rilievo lungo i margini destro e sinistro. Guardandola in controluce è inoltre possibile scorgere il ritratto di Europa, la cifra del valore e una finestra. Guardando una banconota in controluce, la finestra nella parte superiore dell’ologramma rivela, in trasparenza, il ritratto di Europa su entrambi i lati del biglietto. Infine la cifra brillante produce l’effetto di una luce che si sposta in senso verticale e il numero cambia colore, passando dal verde smeraldo al blu scuro.

⁠⁠⁠⁠⁠Scoperta choc… dentro i water. “Gabinetti intasati da tante banconote da 500 euro”. Indignazione sul web: migliaia e migliaia di euro nelle tazze. Ma perché? Se lo stanno chiedendo in molti: cosa c’è dietro