nicolas matteucci incidente suicidio

21enne provoca un piccolo incidente e scappa. Poi i sensi di colpa e il gesto choc davanti ai carabinieri

Una tragedia per molti versi inspiegabile. Un epilogo che nessuno si sarebbe potuto aspettare. Un ragazzo di 21 anni, Nicolas Matteucci, ha provocato un piccolo incidente nel quale sono rimaste coinvolte due automobili, la sua e quella di una ragazza. Il sinistro non ha provocato nessun ferito. Dopo lo scontro il giovane si è allontanato. Poco dopo i carabinieri lo hanno raggiunto a casa.

Qui il giovane, con la scusa di andare a prendere i documenti si è appartato con il fucile detenuto legalmente e si è ucciso. Il dramma si è consumato a Sant’Angelo in Vado, provincia di Pesaro-Urbino. I carabinieri erano intervenuti sul luogo dell’incidente lungo la strada statale Pedemontana, nel comune di Lunano. Prima hanno verificato che non ci fossero stati feriti e poi hanno iniziato la ricerca del ‘fuggitivo’ dato che la ragazza ne aveva comunicato la targa.

I carabinieri sono così giunti a casa del 21enne Nicolas Matteucci. Nell’abitazione non c’era nessun altro al momento della visita delle forze dell’ordine. Il giovane si è assentato con la scusa di prendere i documenti. Invece ha preso il fucile e si è sparato. La procura ha aperto un’inchiesta sul caso. Troppe le domande ancora senza risposta. Una su tutte: perché?


I vicini raccontano che Nicolas, di nazionalità italiana, era una persona gentile e seria. Lavorava come operaio. Sono davvero sconosciute le ragioni del suicidio, un gesto sproporzionato rispetto a quanto avvenuto in occasione del lieve incidente. Saranno le indagini dei carabinieri, probabilmente, a fare luce sull’accaduto.

Il ragazzo stava tornando a casa dopo una festa di paese nelle vicinanze. Con ogni probabilità per un problema di precedenza è avvenuto lo scontro tra la sua Nissan e la Peugeot guidata da una donna. Non ci sono stati feriti, solo danni alle vetture. Ma questo il 21enne lo ha saputo solo dopo essendo scappato. Quando i carabinieri sono arrivati a casa sua erano le 4 e 30 di notte. Poi l’assurda decisione di spararsi un colpo alla testa con il fucile da caccia. Ora il suo profilo Facebook è pieno di foto di quando era più giovane.

Pubblicato il alle ore 21:16 Ultima modifica il alle ore 21:16