Treni in tilt, case scoperchiate e Italia tagliata in due: ecco il bilancio della tempesta che ha devastato Firenze


 

Un nubifragio, con pioggia, grandine e forti raffiche di vento, si è abbattuto a Firenze nella giornata di ieri, sabato 1 agosto. Allagamenti e cadute di alberi hanno impegnato numerose squadre dei vigili del fuoco, che sono dovuti intervenire con diverse squadre per fronteggiare le numerose richieste dei cittadini.

(Continua a leggere dopo la foto)

 











 

I vigili del fuoco sono stati impegnati nella ricerca di una persona dispersa nell’Arno. A dare l’allarme erano stati alcuni testimoni. Ma in realtà la persona scomparsa è stata ritrovata: era andata a casa. Due persone sono state invece portate in codice rosso all’ospedale di Ponte a Niccheri dopo essere state colpite da alcuni rami caduti per il vento. Il maltempo ha compito in particolare la zona sud della città, Gavinana (dove l’acqua in strada è arrivata a mezzo metro di altezza) e il Gignoro, ma anche a Ponte a Ema, Bagno a Ripoli, il Girone, Tavarnuzze.

Qualche tetto scoperchiato, alberi caduti sui palazzi, sbalzi di corrente elettrica: questi alcuni danni causati dal nubifragio, caratterizzato da un vento fortissimo da ovest, che ha spazzato la zona sud di Firenze.

I treni. È tornata regolare la circolazione ferroviaria tra Roma e Firenze, interrotta ieri da una tromba d’aria che alle 19:30 ha colpito il capoluogo toscano. I tecnici di RFI – rende noto la società Ferrovie dello Stato – hanno riattivato, uno alle 5:00 e l’altro alle 5:45, i due binari della linea Direttissima Roma – Firenze interrotti ieri per la rottura di una travata metallica di sostegno della linea elettrica, colpita da un pesante tetto divelto da una tromba d’aria.

Dopo Roma anche Firenze come un wc all’aperto: la foto non censurata indigna il web (e non solo)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it