“Vivrai nel cuore di chi ti ama”. Tragico incidente sulle strade italiane. Michelle perde la vita sul colpo a soli 19 anni. In auto con lei c’era anche la sorellina di 4 mesi, era ricoverata in terapia intensiva. Ma adesso è arrivata la notizia che nessuno voleva leggere: cosa è successo


 

Doveva essere una giornata di pace spensieratezza e relax, ma invece si è trasformata in una terribile tragedia. Tornavano dall’Acquapark e viaggiavano verso Taranto, una famiglia di 4 persone, quando l’auto si è scontrata con un’altra macchina sulla strada statale 106 nel Metaponto, all’altezza dello svincolo di Pantanello. L’incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio e ha provocato la morte sul colpo di Michelle Cesario una ragazza di soli 19 anni di Taranto. In macchina con lei c’erano la madre, il patrigno e la sorellina di soli 4 mesi. Purtroppo la piccola, sebbene abbia lottato con tutta se stessa, non ce l’ha fatta. Il suo piccolo cuore ha cessato di battere in serata in ospedale dove era ricoverata in condizioni disperate. Una famiglia distrutta, ma il cordoglio per queste vite spezzate si è allargato a tutti quelli che le conoscevano. La pagina Facebook di Michelle in queste ore è stata tappezzata da un’infinità di messaggi da parte degli amici. Nessuno può sopportare l’idea che due giovani vite siano finite così. Da ieri le foto della 19enne sono state condivise dagli amici increduli. (continua dopo la foto)







Non più sorrisi e like ma tanti “riposa in pace”. Fanno venire la pelle d’oca le frasi che le amiche e i parenti le dedicano su Facebook: “Amore – si legge tra i tanti post di addio -, di certo non te lo meritavi, ma farai invidia anche da lassù, per il tuo coraggio, per la tua forza e per il tuo sorriso. Per noi sarai sempre la parte migliore di tutto il peggiore”. “Rimarrai sempre al nostro fianco – scrive un’altra giovanissima parente – vivrai dentro al cuore di tutti quelli che ti amano”. Un vero strazio per questa famiglia che sta vivendo ore di dolore. Ma a peggiorare, se possibile, la situazione, è arrivata la notizia della morte della piccola di 4 mesi che era ricoverata nel reparto di unità di terapia intensiva neonatale dell’ospedale San Carlo di Potenza dove è stata trasportata con un’eliambulanza che l’aveva prelevata sul luogo della tragedia dove sua sorella era morta sul colpo. (continua a leggere dopo le foto)








 


Le due sorelle erano a bordo dell’auto che le portava a casa dopo una giornata felice passata all’Acquapark Acquazzurra di Metaponto. Alla guida c’era il compagno della mamma e dietro la madre con la figlioletta di appena tre mesi. Feriti non gravi i due adulti. L’impatto mortale della Alfa Romeo 147 è avvenuto intorno alle 18.45. Avevano percorso tre o quattro chilometri per arrivare allo svincolo che porta a Pantanello ed è stato proprio lì che, forse per l’esplosione di un pneumatico, la macchina della famiglia di Taranto è andata a sbattere con la parte anteriore destra contro l’angolo che separa le due carreggiate. L’urto, tremendo, non ha dato scampo a chi era seduto davanti affianco al guidatore. Michelle ha battuto la testa contro il piantone d’acciaio decedendo sul colpo.

Ti potrebbe interessare anche: “Addio campione”. Lutto nel mondo dello sport. Morto in un terribile incidente stradale una delle speranze olimpiche azzurre. Aveva 20 anni

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it