”Sei un mostro!”. Urla, calci, pugni e insulti a una donna che rientrava a casa. Choc a Catania: la polizia interviene per sedare una rissa e scopre cosa succedeva a pochi passi da quel tafferuglio


 

Un uomo di 82 anni e una donna, madre di figli minorenni, sono stati fermati per violenza sessuale aggravata ai danni dei figli minori della donna. Le indagini disposte dalla Procura di Catania che hanno portato al fermo dei due indagati sono state avviate dai poliziotti del commissariato di San Cristoforo dopo l’aggressione subita dalla donna da parte dei residenti del quartiere che hanno maturato il sospetto che la madre facesse abusare dall’anziano la figlia di otto anni e il figlio maschio di 14. La madre, secondo l’accusa, era consenziente ai rapporti sessuali dei figli minori con l’82enne. Entrambi, l’anziano e la madre dei ragazzini, sono stati rinchiusi nel carcere di Piazza Lanza. Le indagini hanno avuto inizio dopo l’intervento avvenuto lo scorso 31 luglio, quando gli agenti erano stati chiamati per un’aggressione ai danni di S.R.  da parte di alcune persone del quartiere che, nutrendo fondati sospetti su quello che faceva la donna, l’avevano accerchiata con fare modo minaccioso. (Continua a leggere dopo la foto)



La donna e la figlia di otto anni sono state quindi portate negli uffici di polizia di San Cristoforo, mentre altro personale cercava di raccogliere informazioni dai vicini di casa. I poliziotti sono venuti a conoscenza della terribile realtà: già da qualche giorno S.R. era stata vista da gente del vicinato, in particolare da donne madri di figli minorenni, accompagnare e lasciare la figlia di otto anni e il figlio di quattordici a casa di un ottantaduenne, che avrebbe abusato dei minori. La notizia si era diffusa nel quartiere determinando l’indignata reazione contro la madre che ha reso necessario l`intervento delle forze dell’ordine. Nell’ immediatezza dei fatti sono state sentite alcune persone informate sui fatti, che hanno riferito dei presunti abusi sessuali praticati e reiteranti dall’uomo sui minori con l’accondiscendenza della madre delle giovani vittime. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Grazie alla presenza dell’esperto in psicologia, la bambina e il fratello hanno confermato gli abusi subiti. Il pm ha quindi emesso un provvedimento di fermo di indiziato di delitto a carico degli indagati per il delitto di violenza sessuale aggravata. Nella notte del 2 agosto la polizia ha rintracciato Licciardello che, dopo le formalità di rito è stato portato nel carcere di Piazza Lanza. La signora S.R., dopo incessanti ricerche nel dedalo di viuzze del rione San Cristoforo, è stata rintracciata e, dopo le formalità di rito, anche lei è stata rinchiusa in carcere.