Un matrimonio italiano che finisce in tragedia. I genitori portano il figlio piccolo alle nozze degli amici. Ma, durante il pranzo, si distraggono un attimo e lo perdono di vista


 

Una giornata di festa, di quelle da trascorrere in allegria e spensieratezza con gli amici lasciando una volta tanto da parte le preoccupazioni della routine quotidiana. E che invece si è trasformato di colpo in tragedia sotto gli occhi atterriti dei presenti, rimasti purtroppo impotenti di fronte a una fatalità terribile, che ha sconvolto un paese intero. A raccontare il drammatico pomeriggio vissuto da un gruppo di amici a Pavia è La Repubblica, che ha ricostruito gli sviluppi del caso che ha commosso e addolorato l’Italia. Tutto è successo poco dopo un matrimonio: una coppia si sposa, tra gli applausi e i lanci di riso degli invitati. Poi, come da tradizione, invita tutti a spostarsi in un vicino ristorante, il “Barattino” di Monticelle Pavese. Qui ha inizio il rinfresco, con le famiglie ad alternarsi tra i tavoli imbanditi e la vicina piscina messa a disposizione dal locale per concedersi un tuffo rigenerante e combattere così il caldo afoso. Ma un attimo di distrazione costa carissimo ai genitori di un bambino di soltanto sei anni, finito in acqua subito dopo aver mangiato e colto da un improvviso malore. La mamma e il papà in quel momento erano seduti con gli amici e non hanno notato l’assenza del piccolo. (Continua a leggere dopo la foto)








Subito dopo essere entrato in acqua, il bambino ha perso i sensi ed è svenuto all’interno della piscina. Una coetanea che stava giocando vicino al bordo si è accorta all’improvviso che il ragazzino stava galleggiando senza sensi in acqua. Così è subito corsa ad avvertire gli adulti, che lo hanno portato a riva per poi allertare i sanitari, accorsi in fretta a furia sul posto. Il bambino è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo, dove ha lottato fino a notte. I medici, che lo avevano accolto in condizioni già disperate, alla fine non hanno potuto far altro che arrendersi e comunque ai genitori la tragica notizia. (Continua a leggere dopo la foto)




 


 

A uccidere il piccolo probabilmente una congestione, che gli ha fatto perdere i sensi poco dopo essere entrato in acqua. Il bambino era stato soccorso dall’Areu e trasportato in elicottero all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. Le manovre rianimatorie avevano fatto ripartire il cuore, che si era però fermato probabilmente per troppo tempo e i danni sono così stati irreversibili. Ricoverato nel reparto di Rianimazione, dopo poche ore la lotta per la vita è terminata come purtroppo già si temeva nei concitati momenti dei soccorsi. Su luogo sono poi arrivati i carabinieri che stanno ora proseguendo gli accertamenti per verificare eventuali responsabilità, in particolare per l’omissione di vigilanza in piscina.

“Addio, nostro capitano”. Lutto nel mondo del calcio. Lo hanno trovato morto nella sua stanza a soli 27 anni, una tragedia che ha sconvolto tutti

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it