Panico nel duomo. Cade intonaco dal tetto durante un matrimonio. Bimbo di un anno colpito alla testa. È gravissimo. Era nel suo passeggino e non è la sola persona a essere stata raggiunta da pezzi di soffitto crollato


 

Panico nel duomo durante un matrimonio. Crolla parte dell’intonaco, colpiti un bambino e un trentenne disabile. Il piccolo, di appena un anno, era nel suo passeggino. Tutti e due sono stati raggiunti alla testa dai calcinacci caduti dal soffitto. Adesso il bambino è ricoverato in ospedale. È successo all’interno del duomo di Acireale. Immediatamente i due feriti sono stati trasportati a Catania, in ospedale, mentre i vigili del fuoco hanno messo in sicurezza la parte interessata dal cedimento dell’intonaco, la zona a sinistra. Sono in corso accertamenti. Il matrimonio è comunque stato celebrato un’ora dopo il tremendo incidente. A quanto pare, come spiega Repubblica, il parroco ha fatto sapere come la chiesa sia assicurata contro infortuni che possono verificarsi all’interno. Anche se al momento non è questo il primo pensiero. A destare preoccupazione sono le condizioni del piccolo rimasto colpito dall’intonaco. A quanto pare, la sua situazione è gravissima, ma resta stazionaria. Inizialmente era stato ricoverato in codice rosso al Trauma center dell’ospedale Cannizzaro di Catania. (Continua a leggere dopo la foto)



Ma poi è stato trasferito nel reparto di Rianimazione pediatrica del policlinico di Messina. Da quanto è dato sapere, ha una frattura alla fronte e un trauma cranico. I medici per ora mantengono riservata la prognosi e al momento non si sbilanciano sulle sue condizioni. “È necessario – fanno sapere – far trascorrere ancora ventiquattr’ore per potere fare previsioni verosimili”. Sta meglio, invece, il disabile trentenne rimasto pure lui vittima del crollo nel duomo di Acireale. L’uomo è stato ricoverato in codice giallo nello stesso ospedale. Ma dopo essere stato soccorso, di sua scelta ha lasciato la struttura sanitaria per continuare le cure a casa. Ma la sua situazione è decisamente meno grave. (Continua a leggere dopo le foto)


 


 

 

Ha riportato soltanto ferite a un sopracciglio e anche alla testa. Resta la forte preoccupazione per il bambino di un anno, ma la situazione poteva avere risvolti ben più gravi. A essere venuti già sono stati diversi metri quadrati d’intonaco dal tetto. Tutta la parte dove è avvenuto il crollo, come detto, è stata messa in sicurezza da parte dei vigili del fuoco, mentre la procura di Catania ha avviato un’indagine per capire come sia potuto succedere, affidando tutto agli agenti del commissariato di Acireale.

“La mia città…”. Stefano De Martino in lutto per la tragedia di Torre Annunziata: il messaggio di cordoglio del ballerino subito dopo il crollo della palazzina. Recuperato anche l’ultimo corpo senza vita: Salvatore, 8 anni, è l’ottava vittima