Da un po’ di tempo il figlio si comporta in maniera strana. Così, insospettita, questa donna decide di indagare per scoprire cosa gli stia accadendo. Quando lo trova a letto con lei, però, eccola andare su tutte le furie


 

L’estate, come scrivono sempre più spesso le riviste di tutto il mondo, è statisticamente il periodo dell’anno in cui per antonomasia gli intrecci amorosi sbocciano con maggiore frequenza. Vuoi per il caldo, che ci spinge a vestirci meno e frequentare più i locali notturni che le strade del centro all’ora di pranzo. Vuoi per quella voglia di trasgressione che puntualmente accompagna le vacanze, le pause dal lavoro, i momenti di relax al riparo dagli stress quotidiani. Meglio però non lasciare che sia sempre e comunque il basso ventre ad avere ragione sulla razionalità, soprattutto quando il rischio, in caso gli altarini vengano di colpo svelati, è quello di trovarsi in grossi guai. Un po’ quello che è successo di recente nel vicentino, dove è andata in scena una storia degna di un film dei fratelli Vanzina, non fosse per il violento finale che ha lasciato a bocca aperta i residenti della zona. Annamaria, una donna di 54 anni, inizia a sospettare che nella vita del figlio sia apparsa all’improvviso qualcuno, notandolo diverso rispetto al solito. Lui nega ma lei, insospettita, inizia a indagare per far venire a galla la verità e capire cosa stesse succedendo. (Continua a leggere dopo la foto)







 

Gli indizi la portano dopo poco a focalizzare le sue attenzioni sulla vicina di casa, una donna di 39 anni con la quale il figlio si scambia sempre più spesso battutine, risate, apprezzamenti non troppo velati. Lei, Helena, a sua volta smentisce categoricamente. Ma Annamaria non si fida e si trasforma in investigatrice privata per un giorno. Rientra a casa all’improvviso, senza avvisare nessuno. Scavalca il muretto dell’abitazione accanto e si mette a spiare dalla finestra che dà sulla camera da letto. Di colpo, ecco che i suoi timori diventano realtà. Il figlio, 20 anni, è sdraiato sul materasso con la vicina in atteggiamenti molto intimi. I due sono amanti, non c’è alcun dubbio. Ma la donna non la prende bene per niente, anzi. (Continua a leggere dopo la foto)




 


 

Annamaria non riesce infatti ad accettare la cosa. Anzi, le balena subito in testa l’idea che la vicina abbia traviato il figlio, troppo giovane e inesperto per sfuggire alle sue mire. Così perde la calma, bussa alla porta e irrompe come una furia all’interno della casa. Prima gli insulti, poi ecco arrivare un colpo al volto ai danni di Helena che le causa delle ferite guaribili, secondo i medici che l’avrebbero poi visitata, in dieci giorni. Come scrive il Giornale di Vicenza, la vittima, Helena P. ora 41enne, potrebbe costituirsi parte civile per chiedere un risarcimento danni. La parola ora passa al giudice che stabilirà se a torto o ragione.

“Brutto porco, adesso me la paghi”. Dopo anni di fidanzamento, convinta di aver trovato l’uomo della sua vita, scopre di punto in bianco l’esistenza di un’amante

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it