“Esisti solo perché tuo padre è qualcuno”. Ci risiamo. Bufera su Francesco Facchinetti. Pioggia d’insulti per il presentatore e figlio di Roby, voce dei Pooh. “Nessuno si ricorda di te”. Quanta cattiveria. Povero Francesco, non ne combina una giusta


 

“C’è più gente al Modena Park che in Molise”. Non lo avesse mai detto, anzi, non lo avesse mai scritto. Una frase che è costata cara a Francesco Facchinetti. Commentando il mega concerto di Vasco Rossi, che ha fatto arrivare sotto il palco circa 220mila persone, il presentatore è scivolato su una frase che gli ha procurato un bel po’ di guai sui social network e parecchi insulti. Una montagna. “C’è più gente al #ModenaPark che in Molise”. Forse voleva apparire simpatico, ma in molti non hanno apprezzato la vena ironica e hanno bollato l’uscita come decisamente infelice. Ed è di nuovo polemica. Feroce. Critiche pesanti alla sua affermazione, in particolare dai residenti nella ventesima regione d’Italia. Non hanno proprio gradito e le repliche sono state infarcite anche da una certa dose d’ironia e qualche punta di malizia. Facchinetti si è voluto riallacciare a un noto gruppo su Facebook che da tempo porta avanti la sua “idea”: il Molise non esiste. Il tormentone ha anche generato libri che ironizzano proprio sul concetto della regione che non c’è. Ma a Facchinetti non l’hanno fatta passare liscia. (Continua a leggere dopo la foto)



“Francesco, tu se esisti è perché tuo padre è qualcuno, tu sei la sua ombra”. Non gliela manda a dire un certo Ispanico. Ma non è il solo. “Mezzo Molise è lì, l’altra metà si ricorda di tuo padre quando è stato in Molise con i Pooh. Nessuno di loro si ricorda di te”. Questa volta il commento arriva da Bulla Ciao. Poi c’è chi non si nasconde dietro a pseudonimi, ma utilizzando nome e cognome, si premura di far conoscere a Francesco Facchinetti quello che pensa della sua uscita sul Molise e il paragone, infelice, con il mega concerto evento di Vasco Rossi. “C’è più gente al concerto di #Vasco che cellule neuronali nella tua scatola cranica. Ma è come vincere facile. Troppo facile”. (Continua a leggere dopo le foto)


 


 

E dire, che tutto era partito da un innocuo tweet da parte di Facchinetti. L’intenzione era seguire con le persone che lo apprezzano, l’evento musicale, tramite il suo profilo Twitter. Scambiare opinioni. Commentare le varie canzoni e le esibizioni. Così in effetti è stato. Ma sarebbe tutto andato in modo liscio e senza problemi, se non ci fosse stata l’uscita sul Molise. Francesco ha incassato. Che altro poteva fare?

“Ciao papà”. Quell’ultima volta di Roby Facchinetti ha commosso tutti. Ma è il messaggio di Francesco Facchinetti (suo figlio) a toccare il cuore: ”Ti aspetta un’altra montagna da scalare”