“Ucciso un italiano”. Choc a Londra, un 24enne trovato morto nel suo appartamento. Pietro da due anni si era trasferito per raggiungere il fratello. Lo hanno ritrovato in un lago di sangue


 

Pietro Sanna, un 24enne italiano di origini sarde, é stato accoltellato a morte nelle ultime ore a Londra. A riferirlo sono fonti investigative in Gran Bretagna. Il consolato generale italiano, come é stato riferito all’Ansa, è in contatto sia con la famiglia della vittima, sia con la polizia, che sta indagando per fare luce sull’episodio. Non ancora chiare, secondo Scotland Yard, le cause e le circostanze esatte dell’accaduto. Quello che è certo riguarda cosa facessi in Inghilterra: il ragazzo ci viveva da due anni, dopo che aveva raggiunto il fratello maggiore. Nel pomeriggio pare sia stato aggredito e ucciso a coltellate. L’ipotesi su cui lavora la polizia inglese è quella di un tentativo di furto finito nel peggiore dei modi. Poco più di 20 anni, Pietro Sanna è stato trovato senza vita nella sua abitazione di Londra, dove era arrivato per raggiungere il fratello, che già da tempo lavorava nella City. Sul corpo del ragazzo, i segni di alcune coltellate.Scotland Yard ha aperto un’inchiesta. Avvisati anche i famigliari, che stanno organizzando la partenza per la capitale inglese. (Continua dopo la foto)



Dalle prime informazioni trapelate, pare si tratti del figlio di una nota famiglia di imprenditori del settore turistico. Stando alle prime notizie, il giovane, che viveva nella capitale britannica da diversi mesi, avrebbe sorpreso nella sua casa un ladro, che ha reagito colpendolo a morte.  Il consolato generale italiano è in contatto sia con la famiglia della vittima, sia con la polizia, che sta indagando per fare luce sull’episodio. Per Scotland Yard, infatti, le cause e le circostanze esatte dell’accaduto non sono ancora chiare. A fine marzo un altro caso ha scosso l’Italia: parliamo di Giacomo Nicolai, lo studente universitario di Fermo di 24 anni. (Continua dopo le foto)


 


 

Il giovane era stato trovato senza vita nel suo appartamento a Valencia, in Spagna, dove si trovava con il progetto Erasmus. A trovare il corpo sono stati i due coinquilini. Tornati a casa, in calle Josè Maria de Haro, in un quartiere vicino al porto della città e attraversato da una delle strade principali, hanno visto Giacomo ancora nel suo letto: aveva un coltello piantato nel cuore. Subito hanno chiamato i soccorsi e sul posto sono intervenuti la polizia e i sanitari dell’emergenza medica. Ma per il 24enne non c’è stato niente da fare. Secondo le autorità si è trattato di suicidio.

Ti potrebbe interessare anche: “L’ha uccisa a coltellate e poi i suoi genitali…”. Follia pura di un ragazzino di 16 anni: uccide la madre e poi fa una cosa davvero assurda. Cosa c’è dietro questa storia maledetta