Abruzzo choc. Prima la rissa, poi spunta un coltello e Manuel, 22 anni, si accascia in una pozza di sangue. A scatenare la follia omicida qualche apprezzamento di troppo verso una ragazza. È il secondo caso in quattro giorni


 

Dopo Canicattì Alba Adriatica. Non è passata nemmeno una settimana dall’omicidio di Marco Vinci, il bracciante 20enne ucciso dopo una discussione per una ragazza, che ecco un altro caso identico. Un 22enne, Manuel Spinelli, è stato ammazzato nella tarda serata di ieri dopo essere stato raggiunto da alcuni fendenti all’occhio sinistro e al torace. Una storia che sembra avere diverse zone d’ombre sulla quale stanno facendo di fare luce i magistrati e le forze dell’ordine. Sull’omicidio indagano i carabinieri della compagnia di Alba Adriatica, coordinati dal magistrato di turno Davide Rosati. Secondo quanto riporta il Messaggero il ragazzo era appena uscito con gli amici dalla taverna “Wolf”, punto di ritrovo tra i più frequentati della città quando, un’auto si è fermata e sono scesi degli uomini, sarebbe scoppiata poi una rissa e, dopo le mani, sarebbero usciti fuori dei coltelli, uno dei quali ha raggiunto mortalmente il giovane con gli aggressori che sarebbero poi fuggiti. A raccontare la dinamica il sito Rete8. (Continua dopo la foto)



“Il primo fendente lo avrebbe colpito di striscio al volto mentre la seconda pugnalata lo avrebbe raggiunto all’altezza del cuore. Il 22 enne si sarebbe accasciato a terra perdendo i sensi. I suoi amici lo avrebbero caricato su un’automobile per ricoverarlo al Pronto Soccorso – si legge-Da li a poco è sopraggiunta anche un’ambulanza del 118 allertata da qualcuno. Il 22 enne è stato trasbordato e condotto con urgenza al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Giulianova dove è spirato dopo qualche minuto”. Diverse, come detto, le ipotesi al vaglio con nessuna pista per il momento esclusa. La prima ipotesi è quella legata a una vendetta per una ragazza contesa tra i due giovani. (Continua dopo le foto)


 


 

Tuttavia non si esclude il regolamento di conti per altri motivi. Nelle ultime ore il movente passionale sembra prendere sempre più corpo la giovane al centro del litigio sfociato nel delitto è infatti l’attuale compagna del fermato ed ex del rom morto. Le indagini proseguono a ritmo serrato. I carabinieri hanno fermato un albanese Farim Koldashi, 27 anni, che ora si trova piantonato in ospedale dove si trova per alcune lesioni riportate durante la rissa. L’accusa formulata per lui è omicidio volontario. Nelle prossime ore dovrebbe emergere il quadro definitivo dei fatti, numerosi infatti i testimoni ascoltati di una notte destinata a segnare l’estate italiana.

“È lui. Lo hanno ucciso”. Le ricerche di Vincenzo sono finite nel peggiore dei modi: dopo una settimana il suo corpo è stato riconosciuto così. Ed ecco come lo hanno trovato