“Addio nonna, addio amici”. Lascia una lettera in casa e decide di lanciarsi dal 6° piano della sua abitazione. È successo in Italia e durante l’ultimo giorno di scuola di questa sedicenne. Un suicidio orribile, il motivo della sua tragica scelta


 

Mentre tutto il resto della scuola, alunni; insegnanti e impiegati, festeggiavano la fine dell’anno scolastico, una ragazza ha deciso di togliersi la vita, direttamente dal posto in cui, probabilmente, era più legata. E’ choc a Torino dove una sedicenne si è suicidata lanciandosi dal sesto piano dell’abitazione della nonna nel quartiere San Paolo. La ragazza, per spiegare il suo gesto avvenuto l’ultimo giorno di scuola, avrebbe lasciato delle lettere proprio all’anziana parente. Non è chiaro cosa sia successo con certezza, ma sembra che la ragazza soffrisse di depressione da qualche tempo. Immediatamente sul posto sono intervenute le volanti che non hanno potuto far altro che chiudere la strada, chiamare l’ambulanza e constatare il decesso della giovane. Inutile dire che si è subito pensato ad un episodio di Blue Whale, la tragica moda che sta uccidendo centinaia di ragazzi sopratutto nell’est Europa (Russia in primis) e venuta a galla grazie ad un servizio de Le Iene, ultimamente sotto attacco, perché dimostrato (quasi) completamente composto da video falsi. (Continua dopo la foto)



Nelle lettere lasciate alla nonna, la ragazzina, avrebbe chiesto scusa per il suo gesto salutando i parenti e le amiche. Gli inquirenti stanno indagando sulle cause del suicidio. Al momento non sembrano esserci altre spiegazioni che non sia la depressione di cui la giovane soffriva da un po’ di tempo. (Continua dopo le foto)



 

Non sappiamo cosa sia scattato nella mente della sedicenne, al terzo anno di superiori. Ma un gesto di tale portata, dimostra ancora una volta, che il dialogo con gli adolescenti è fondamentale e che un avvenimento del genere è solo l’ultimo, disperato, grido prima di far la finita per sempre con una tristezza nel cuore che non può essere colmata, almeno per la vittima. 

Ti potrebbe anche interessare: “Altro che suicidio, l’hanno ammazzato!”. Clamorosa svolta di uno dei casi che ha scosso l’Italia negli ultimi mesi: “Quelle ferite…”. Ora cambia tutto, un incubo senza fine per i familiari della vittima