Ora è allarme anche in Italia: i casi iniziano ad assere davvero troppi. Altro che vespe, zecche o zanzare tigri, qui si rischia davvero la vita. Ecco cosa sta succedendo e cosa fare in caso di emergenza


 

Prepariamoci al peggio con l’arrivo dell’estate e di tutti gli animali pericolosi. Vi abbiamo raccontato dei pericoli di punture da parte di vespe e zecche, oggi ci concentriamo su qualcosa di più pericoloso, quasi mortale: torna l’allarme vipere, nelle regioni montane e collinari. Un problema a cui si aggiunge anche un altro allarme: è finito il siero antidoto. La situazione sembra essere particolarmente difficile nel vicino comprensorio francese Provence-Alpes-Côte d’Azur: numerosi i casi di persone che praticando i sentieri sarebbero state morse da vipere. Ma anche in Italia, in particolare in Veneto (tasso più alto registrato nel Trevigiano) i rettili si sono spinti fino agli orti e ai giardini delle abitazioni. A Vittorio Veneto sono arrivate persino nei cortili delle scuole. Si tratta di esemplari di Vipera Aspide, un tipo di rettile velenoso che in età adulta può raggiungere il metro di lunghezza. Gli abitanti non si erano mai trovati a dover far fronte a questa minaccia in città. (Continua a leggere dopo la foto)



Le preoccupazioni principali riguardano i bambini: il serpente, infatti, tende a nascondersi anche nei parchi, e comunque nelle zone più frequentati dai piccoli, soprattutto in estate. Inoltre, scarseggia l’antidoto. Le scorte del farmaco si sono ridotte, tanto da indurre una regione francese a chiedere il sostegno delle autorità per fare arrivare altre dosi del medicinale, specialmente nelle zone più a rischio. Secondo Nice-Matin, l’ultima fiala di è stata iniettata nell’ospedale di Digne-les-Bains, ad una donna morsa ad un dito. Il produttore del farmaco ha aggiornato il metodo di produzione, bloccandone la distribuzione sino al 2019. (Continua a leggere dopo le foto)



 

In Italia per fortuna non c’è questo problema. Ma gli esperti predicano accortezza. Specialmente alle pietraie e ai bordi dei sentieri dove si potrebbero annidare le vipere. Il consiglio è di fare rumore battendo i piedi o bastoni sul suolo per far udire le vibrazioni all’animale, in modo da spaventarlo e farlo fuggire. Durante le passeggiate, è raccomandabile utilizzare calzature chiuse e preferibilmente alte. 

 

 

Ti potrebbe interessare anche: Non era destino, ragazzino precipita per 30 metri dalla scogliera e viene morso da una vipera. Ma alla fine…