“Ma davvero ora fa questo?”. Enrico Papi è stato uno dei volti più famosi della tv italiana alla fine degli anni ’90. Ma oggi ecco che fine ha fatto il celebre presentatore


 

Per anni è stata la sua frase di battaglia, un tormentone entrato nella memoria collettiva degli italiani grazie al celebre programma Sarabanda da lui condotto. Parliamo ovviamente di Enrico Papi e del suo “Mooseca”, frase entrata nelle case degli spettatori verso la fine degli anni ’90 e rimasta scolpita nella memoria. Ma che fine ha fatto il famoso presentatore, da tempo scomparso dai radar. I fan si tengano pure forte: Papi, infatti, sta per tornare nell’inedita veste di cantante con il suo primo singolo, in uscita il 27 aprile, scritto da lui stesso insieme al rapper e cantautore Danti (frontman dei Two Fingerz e autore degli ultimi successi di Fabio Rovazzi) e ai Widemode.. Il titolo? Proprio quello, Mooseca, una parola che si candida autorevolmente a diventare il tormentone della prossima estate e conquistare il grande pubblico. Il brano sarà ovviamente costellato di riferimenti al celebre programma che ha reso Enrico un volto indimenticabile. (Continua a leggere dopo la foto)







 

Ad accompagnare la hit, un videoclip realizzato per l’occasione e che vedrà alternarsi di fronte alla telecamera una sfilza di vip che vanno da Vittorio Sgarbi all’Uomo Gatto, altro personaggio che aveva contribuito a rendere famoso Sarabanda del quale era stato a lungo campione in carica. Un’idea che nasce dal grande successo che Papi ha sempre vantato sui social. (Continua a leggere dopo la foto)








 

Tantissimi infatti i ragazzi che, con atteggiamento tra il serio e il faceto in omaggio alla sua proverbiale ironia, continuano a seguirlo in rete e dedicargli pagine. Nella lunghissima carriera di Papi sono tantissime le esperienze televisive, tra le quali i programmi La Pupa e il Secchione, Distraction, La Ruota della Fortuna e Matricole e Meteore.

Caos in tv, ”schiaffo” di Enrico Papi ad Alessia Marcuzzi: ecco cosa è successo tra i due conduttori

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it