Paura sulla tangenziale. Un anziano semina il panico tra gli automobilisti: attimi di terrore puro, quello che ha fatto è veramente assurdo. Ecco cosa è successo (e com’è andata a finire)


 

Tanta paura, ma per fortuna nessun incidente martedì mattina a Milano, sulla Tangenziale Est. Un uomo di 66 anni, residente a Cernusco sul Naviglio, è stato fermato dalla polizia stradale dopo aver percorso contromano la tangenziale per dieci chilometri. L’episodio, riferito dalle forze dell’ordine e riportato dalla testata “Milanotoday”, non ha avuto fortunatamente gravi conseguenze. L’uomo, pensionato, attorno alle 5.30 ha imboccato contromano la tangenziale in direzione Nord, a Sesto San Giovanni. Ha più volte evitato altre vetture: tra questa una pattuglia della polizia stradale, che ha così potuto dare l’allarme. A bordo della sua Mitsubishi Space Star il 66enne ha proseguito come se nulla fosse la propria corsa, incurante delle altre auto. Ne ha urtata un’altra, con due operai al voltante, mentre ha sfiorato una terza vettura la cui conducente per lo spavento ha avuto un malore. Finalmente, all’altezza dell’uscita Rubattino sulla tangenziale Est, l’uomo è stato fermato. (Continua a leggere dopo la foto) 






La polizia ha creato un cordone di vetture davanti al quale il 66enne ha interrotto la propria corsa. L’uomo non ha saputo giustificare il proprio gesto: sottoposto all’alcoltest, è risultato negativo. Adesso rischia comunque il ritiro della patente. Solo qualche settimana fa un caso analogo era avvenuto sulla tangenziale di Mestre, quando un uomo aveva percorso in contromano la tangenziale. Dopo aver percorso la tangenziale era arrivato alla barriera ovest di Villabona, aveva fatto retromarcia e poi aveva imboccato nuovamente la tangenziale, contromano e in corsia di sorpasso. (Continua a leggere dopo le foto) 






 



 

L’auto, durante il suo percorso, aveva sfiorato diverse vetture e un camper che procedevano nella direzione corretta fino all’altezza dello svincolo Miranese. L’auto si era poi fermata a una delle porte in corsia di sorpasso, dalla barriera di Marghera fino all’uscita della Miranese dove, resosi conto di essere nella direzione sbagliata, aveva fatto inversione e si era messo nel giusto senso di marcia ed era poi uscito dalla tangenziale, facendo perdere le tracce.

Leggi anche: Folle corsa contromano in tangenziale, il racconto choc dei testimoni: ”Non temeva lo scontro”. E spunta un’altra ragazza nella vita di Nello…

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it