Ragazzo morto in gita, rivelazione choc: “Quell’uomo con la barba proprio al quinto piano…”


Nuove rivelazioni dei compagni di classe di Domenico Maurantonio – il 19enne padovano morto precipitando dal balcone dell’hotel durante la gita scolastica a Milano – raccolte dal settimanale Panorama gettano ulteriori particolari apparentemente inquietanti sulle indagini. “Al quinto piano si aggirava un uomo”, hanno dichiarato e proprio quello era il piano al quale alloggiava Domenico. Va ricordato che in precedenza si era parlato di un uomo misterioso di origini serbe.

“Le ragazze che hanno dormito nella camera 531 – raccontano gli amici di Domenico – vicina alla finestra dalla quale Domenico sarebbe caduto, quando erano salite la prima volta in camera, verso le 23.30, avevano avuto difficoltà ad aprire la porta. Quell’uomo è arrivato alle loro spalle, ha preso la tessera e le ha aiutate. Lo hanno rivisto quando sono scese verso le 2.30: era ancora vicino alla finestra. Era sui 50 anni, senza capelli, con la barba. Non ha mai detto una parola”.

E ancora: “Noi che lo conoscevamo, escludiamo che possa essersi suicidato. Era sereno, faceva progetti per il futuro. Era uno con la testa a posto. Qualcuno potrebbe avergli fatto qualcosa, ma certo non può essere entrato in camera per sequestrarlo”.

Ragazzo morto in gita, l’orrenda gaffe del prof: ecco che ha detto ai colleghi








Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it