“Prendetelo!”. Si erano dati appuntamento sul ponte con le loro Porsche. I motori caldi e il piede pronto a schiacciare l’acceleratore. Ma qualcosa è andato storto ed ecco com’è andata a finire


 

Pensavano di essere sul set di Fast and Furious ma evidenemente il loro localizzatore satellitare era fuori uso. Sì perché invece delle colline di Los Angeles, questi due “geni” dell’automobilismo stavano correndo sul ponte translagunare di Chioggia. Il caso ha voluto che mentre tentavano di far colpo sulla bella di turno schiacciando il pedale in maniera direttamente proporzionale a un gatto che alza la gobba per far colpo sulla gatta di turno, una delle due auto creasse un incidente e il conducente rischiasse il linciaggio, o perlomeno di prendere un paio di ceffoni, visto che dalle parti di Valli chi corre veloce non gode di buona reputazione, considerati i numerosi incidenti accaduti in quel tratto di Romea. Scrive il Gazzettino, che il conducente si sia rinchiuso in un locale e se ne è andato tra due ali di gente infuriata soltanto quando sono arrivati i carabinieri a prelevarlo. L’altro pilota della Porsche è riuscito a dileguarsi. Il fatto è avvenuto verso le 13 di ieri in direzione di Venezia. (Continua dopo la foto)



Una delle due Porsche in gara si è scontrata con una Lancia Kappa, grosso modo all’altezza del distributore che si trova quasi dirimpetto alla farmacia. Per fortuna l’impatto non è stato frontale. Il conducente ed il trasportato della Lancia, entrambi sulla settantina, sono, comunque, rimasti feriti abbastanza seriamente. Le loro condizioni non destano particolare preoccupazione. Di sicuro, vista le reazione delle gente, i due ci penseranno molto prima di rituffarsi in bravate del genere. (Continua dopo le foto)


 


 

 

Una storia, quelle delle corse clandestine, non nuova. Un anno fa a scoprire un giro di gare clandestine a Rivoli, alle porte di Torino, erano stati i carabinieri che avevano denunciato 3 piloti e sequestrato altrettante vetture. Dagli accertamenti dei militari era emerso come le gare si svolgessero nel fine settimana alla presenza di centinaia di spettatori armati di telefonino e telecamera e, mentre, le auto sfrecciavano ad elevata velocità i marciapiedi delle aree interessate diventavano tribune affollate di spettatori ignari dei rischi che correvano.

Che notate di strano in questa Porsche? Per il proprietario è stato uno choc