“Una tragedia indescrivibile, i loro corpi ridotti così”. Due amiche, due ragazze bellissime, due giovani madri: lo facevano insieme tutte le sere e hanno dovuto condividere anche la stessa tremenda fine. Cosa è successo


 

Erano due belle ragazze, bellissime. Per lavoro erano ballerine di lap dance, ma erano soprattutto due madri, che si esibivano con la lap dance nei locali di Trevignano per assicurare un futuro migliore ai propri figli, ancora in Romania. Dovevano passare un paio di mesi qui in Italia per lavorare, e poi qualche settimana a casa, nella loro nazione, ad Arad, una piccola cittadina a Nord di Timosoara, per stare accanto a una bambina di 8 anni e a un bambino di 10. Ma ieri mattina, tornando all’alba dal Disco Eu di Oderzo, la loro automobile è uscita di strada lungo un rettilineo. Si è capottata e si è schiantata contro la spalletta di un ponticello di cemento. E le due donne sono rimaste intrappolate nell’abitacolo divelto. Le due si chiamavano Cristina Bolgar Timeea, di 30 anni, e Otilia Rusti ed erano unite come sorelle. Al volante della BMW 320D rosso fuoco, c’era Cristina. Le due ragazze erano quasi arrivate nei pressi della loro abitazione, quando la 30enne ha perso il controllo dell’auto. (Continua a leggere dopo la foto) 







È stato forse per una distrazione, forse per un colpo di sonno, ma una volta superato lo stabilimento Stefanel, lungo la Postumia, la BMW ha sbandato improvvisamente. La donna alla guida ha frenato di colpo, ma ormai l’auto era fuori controllo. È così finita sulla sinistra, sulla corsia opposta ed è poi uscita di strada, carambolando contro un terrapieno per poi impennarsi in avanti e schiantarsi contro il ponticello. Cristina e Otilia sono morte sul colpo. (Continua a leggere dopo le foto) 








 

La loro automobile era ridotta a un ammasso di lamiere quando alle 4,20 di ieri mattina è stato lanciato l’allarme, probabilmente da alcuni guidatori che passavano da lì, e a Ponte di Piave si sono precipitati i vigili del fuoco, i medici del 118 e gli agenti della polizia stradale. Per le due ballerine purtroppo non c’era più alcuna speranza. La polizia ha subito contattato l’Ambasciata per mettersi in contatto con i familiari delle due ragazze.

Leggi anche:  “I figli sono in gravi condizioni”. La mamma, 45 anni, fa un terribile frontale e perde la vita. Ci sono anche altre vittime. L’incidente è stato tremendo: cosa è successo e le condizioni dei superstiti

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it