“Miracolo!” A Norcia, a cinque mesi dal tremendo terremoto, accade l’impensabile: “Questo è veramente un segno di speranza per tutti noi”. La città si commuove, cosa hanno trovato sotto le macerie


 

Una statua in bronzo del santo patrono d’Europa è stata estratta intatta dai Vigili del Fuoco che per la prima volta sono scesi nella cripta della basilica, completamente distrutta dal terremoto dello scorso 30 ottobre. Nel giorno delle celebrazioni per la festa del santo, infatti, i Vigili del Fuoco sono scesi nei sotterranei della Basilica di San Benedetto ed hanno riportato alla luce, a sorpresa, una statua del santo ritrovata in una nicchia, tra le macerie della cripta. La statua è stata estratta dai pompieri che l’hanno coperta con una giacca dei Vigili del Fuoco (guarda il video). Una bella notizia, che arriva a quasi cinque mesi di distanza dal sisma che ha colpito il Centro Italia e che porta speranza in un territorio provato e sconvolto. “Con il sopralluogo improvvisato nella cripta, dove la tradizione vuole che siano nati i Santi Benedetto e Scolastica, abbiamo constatato che essa è in gran parte in piedi ma la cosa incredibile è che in una cappellina completamente distrutta, è rimasta in piedi una piccola statua a San Benedetto”, ha detto il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno. “Tutti i monumenti sono stati danneggiati tranne le statue del nostro santo protettore”, ha affermato, inoltre, il sindaco, come riporta il Corriere della Sera, con riferimento alla statua in marmo del santo che si trova davanti alla facciata della basilica distrutta, rimasta miracolosamente integra dopo la violenta scossa del 30 ottobre (guarda la gallery). (Continua a leggere dopo la foto)







Le celebrazioni per la festa di San Benedetto, quindi, si sono svolte all’insegna della speranza per il futuro e la ricostruzione di questi luoghi. Ed un segnale positivo in questo senso è arrivato dal presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, che ieri, in occasione delle celebrazioni, ha inviato una lettera all’arcivescovo di Spoleto e Norcia, monsignor Renato Boccardo, rinnovando la promessa dell’impegno dell’Ue nella ricostruzione della Basilica di san Benedetto. “Vorrei confermarle che seguo da vicino i progressi relativi alla ricostruzione della Basilica di S. Benedetto e al contributo della Unione Europea a questo progetto”, ha scritto Juncker a monsignor Boccardo.

(Continua a leggere dopo la foto e il video)




// <![CDATA[ var url = parent.document.URL;document.write(”); // ]]>

 

 

“La ricostruzione della Basilica è solo una parte del contributo dell’Unione quale risposta al terremoto che ha colpito a più riprese l’Italia centrale dal 24 agosto 2016″, continua Junker nella missiva, annunciando la sua visita a Norcia “una volta che i lavori di ricostruzione siano avviati, in modo da verificare insieme come la solidarietà concreta tra i popoli dell’Unione europea può lasciare un segno tangibile nella vita delle nostre comunità”. La ricostruzione della Basilica di San Benedetto, ha scritto Juncker, è “un’azione emblematica della necessità di ricostruire il patrimonio culturale, sociale e storico del territorio come premessa per la piena ripresa della attività economica nelle zone colpite dal terremoto”.

 

Ti potrebbe interessare anche: “Oddio, guardate che c’è là sotto. Avvisate i carabinieri”. Inquietante scoperta a quasi tre mesi dal terremoto in Umbria. Ecco cosa hanno rinvenuto, a Norcia, tra calcinacci e polvere

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it