“Se morirete entro febbraio… una bella sorpresa per voi”. Incredibile ma vero, la promozione (decisamente insolita) che lascia tutti senza parole: indignazione sul web. Cosa è successo


 

“Pubblicità: la stai facendo bene”, verrebbe da dire all’ufficio stampa di questa impresa funebre senza peli sulla lingua. “Se muori entro fine mese, trattamento di favore”, questo il senso della campagna pubblicitaria rinominata “l’Outlet del funerale”. Sono gli stessi che hanno pensato a un’offerta che non si può rifiutare. L’impresa funebre di Cologno monzese propone il decesso in saldo: “Scontiamo mille euro”, promette. Il “Funerale elegante” – questo il pacchetto – a soli 1.499 euro comprende trasporto con carro funebre Mercedes “ultimo modello”, quattro uomini in divisa, mezzo cofano di fiori, coccarda, tavolino e registro firme, insieme a un “cofano superior”. C’è pure il disbrigo pratiche e l’assistenza di conforto. Per chi resta, naturalmente. Insomma, passare a miglior vita non è stato mai così conveniente. Ma l’Outlet ha avuto un pensiero proprio per tutti. L’ultimo, se le cose andranno per il verso giusto. Tra le varie offerte spiccano infatti il “Funerale prezzo anti-crisi” a soli 1.099 euro o il “Pacchetto outlet elegante” a 2.499. (Continua dopo la foto)







Fino al non plus ultra dello sfarzo, il “Funerale vip gold”: con 6.999 euro il carissimo estinto potrà abbandonare questa terra in Limousine. E sul cofano funebre ci sarà la possibilità di inserire “vere e proprie “opere d’arte” eseguite da veri maestri di street art”. Insomma c’è n’è davvero per tutti i gusti. Inutile dire che sul web la cosa ha creato due reazioni uguale e contrarie: c’è chi l’ha presa bene, ridendo, trovando che la campagna fosse quantomeno divertentissima e chi invece ha insultato non poco la ditta rimarcando il poco tatto per evenienze del genere.

(Continua dopo le foto)








 

Chi ha ragione però nessuno può dirlo, l’unico fatto certo è che la pubblicità è “arrivata”. E se si parte col presupposto che “nel bene o nel male purché se ne parli”, beh, l’ufficio stampa di questa impresa funebre può ritenersi soddisfatta, molto soddisfatta.

Ti potrebbe anche interessare: Da campione di Formula 1 ad autista di carro funebre, la strana carriera di Frentzen al volante

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it