Quest’uomo non avrebbe mai immaginato di finire così, solo per aver essere uscito a fare una passeggiata con la sua famiglia. Una storia veramente brutta quella che lo ha coinvolto, cosa è successo


 

Siamo a Mestre, in questa città è avvenuto uno degli episodi più scabrosi degli ultimi tempi. A vedersela brutta questa volta è stata una famiglia del posto, una donna, suo marito e la loro bambina di appena tre anni. È sabato e quest’uomo e la sua famiglia, la moglie e la figlia di 3 anni, escono a mangiare una pizza per festeggiare il compleanno dell’uomo. Dopo una tranquilla serata trascorsa in centro città, escono e fanno due passi prima di prendere l’auto e rientrare a casa. Durante la passeggiata passano davanti al Bingo di via Guglielmo Pepe 2, e decidono di entrare per giocare un po’ e tentare la fortuna. Quando escono dalla sala gioco sono all’incirca le undici di sera. (Continua a leggere dopo la foto) 



Lì davanti incontrano un gruppo di persone di colore che stanno uscendo dal bar: passando, uno di loro palpa il sedere della moglie dell’uomo. Così il marito chiede loro cosa stessero facendo, e questi per tutta risposta gli dicono di farsi i c**** suoi, lo hanno buttato a terra e hanno iniziato a prenderlo a calci e pugni. Tutto questo non curanti che la vittima in braccio avesse la figlioletta di tre anni.

(Continua a leggere dopo le foto) 



 

Dopo poco dall’inizio del pestaggio è subito intervenuta la polizia che ha messo in fuga il gruppo di ragazzi, seguita da un’ambulanza del 118. Non si conoscono ad ora le condizioni dell’uomo e della bambina, che sicuramente hanno vissuto non pochi attimi di paura durante l’aggressione. Sono comunque stati trasportati immediatamente all’ospedale più vicino per ricevere le prime cure.

Leggi anche:  “Ci hanno picchiato, poi ci hanno spaccato la telecamera”, attimi di paura a Piazzapulita. Aggrediti violentemente i due giornalisti di Formigli. Il video: “Mi rivolgo a lei, sindaco Raggi…”