“Mamma, papà…”. Hotel Rigopiano: dopo la tragedia, la foto dai funerali che sta facendo commuovere l’Italia. Un gesto toccante, un ultimo straordinario gesto d’amore di una figlia disperata ma coraggiosa


 

Hotel Rigopiano, dopo morte e dolore, la foto che sta facendo commuovere tutti. La tesi di laurea di Federica Di Pietro, 29 anni, vicina a papà Piero e mamma Barbara. Ha voluto portarla nella camera ardente che è stata allestita al palatenda, direttamente da Roma e l’ha appoggiata proprio al centro, tra le due salme. Non vedeva l’ora di consegnarla ai suoi genitori, purtroppo la ragazza non ha fatto in tempo, padre e madre se ne sono andati prima, travolti dalla slavina che ha distrutto l’albergo dove si trovavano. E lei ha voluto comunque far vedere loro quel titolo che tanto li avevano fatti sentire orgogliosi della propria figlia. Laureata in Giurisprudenza, non senza fatica e dopo anni di sacrificio. Con un coraggio e una forza di volontà unici, discutere la tesi dopo la tragica fine dei suoi genitori. Aveva accanto la sorella, gli zii e i tantissimi amici. Non Piero e Barbara. Loro no. Un destino tremendo non ha voluto che fossero presenti a un momento tanto importante. (Continua a leggere dopo la foto)







 

Ma Federica in quei momenti li avrà sentiti vicini, saranno stati loro a darle il coraggio di presentarsi davanti ai relatori e portare a compimento il suo percorso di studi. Loro c’erano, come ci sono sempre stati, a sostenerla. Papà e mamma erano orgogliosi della loro figlia, di quanto fosse riuscita a ottenere, delle esperienze che stava facendo, come il periodo trascorso a Berlino o i suoi viaggi. Nel giorno in cui avrebbe dovuto discutere la tesi, già sapeva che sua madre non ce l’aveva fatta. Era tra le vittime. Ha rinviato e pregato per il padre. (Continua a leggere dopo le foto)






 



 

Poi la seconda tremenda notizia. Nemmeno lui è uscito vivo dalle macerie dell’hotel. Con il dolore nel cuore, ha deciso di laurearsi. Per loro. In loro ricordo. Soltanto pochi giorni prima della tragedia, Federica era a Farindola, per completare la sua tesi. Lo aveva scritto anche sul suo profilo Facebook. Poi i genitori sono partiti per l’albergo. Lei li aspettava il giorno in cui la valanga ha distrutto tante vite. La disperazione e poi quella scelta. Discutere la tesi, con una dedica speciale a Piero e Barbara, i suoi genitori.

“Dovevo essere lì…”. All’interno dell’hotel Rigopiano doveva pernottare anche lui. “Sono scampato per miracolo alla tragedia ma sono disperato per il mio caro amico”. La vicenda choc del noto cantante è struggente: “Ora temo il peggio”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it