“Va a trans!”. E per lui, già al centro delle polemiche nelle ultime settimane, si mette davvero male. A dichiararlo, una delle “sue” donne che, forse, non gli ha perdonato di averla “tradita”. Un caso che scuote un intero paese e non solo


 

Continua l’indagine a cura di Don Andrea Contin e, a quanto pare, è destinata a allargarsi. I carabinieri infatti sono riusciti a individuare altri due preti coinvolti nel losco giro di prostituzione e questo potrebbe svelare nuovi scenari sulla vita segreta dell’ex parroco di San Lazzaro. Intanto ieri, rivela il Corriere Veneto, monsignor Claudio Cipolla ha anticipato il suo rientro da un viaggio in Sudamerica per affrontare lo scandalo di persona e ha incontrato i sacerdoti della sua diocesi. Ma non è tutto perché spuntano altri dettagli su don Contin, pare che abbia avuto anche un figlio da una delle sue relazioni. «Ha un figlio di 4 anni, che non ha mai riconosciuto, ma che provvede a mantenere economicamente. All’inizio della nostra relazione, nel giugno del 2011, propose anche a me di fare un figlio»: questa è la testimonianza choc in mano ai carabinieri che indagano sul caso, secondo quanto riporta il settimanale “Giallo”. Il sacerdote non è solo accusato di aver violato il voto del celibato, ma è indagato per favoreggiamento della prostituzione e violenza privata. (Continua dopo la foto)







A far scattare le indagini la denuncia di una delle sue amanti, dovuta probabilmente alla gelosia e alla rivalità con le altre donne: da quel momento però si è scoperchiato un vaso di Pandora per don Andrea. La donna ha raccontato ai carabinieri di essere stata invitata dall’uomo a fare sesso con altri sacerdoti, ma aggiungendo di essersi sempre, categoricamente, rifiutata. Infine ha aggiunto che i rapporti con il prete erano divenuti sempre più violenti e diverse volte l’aveva obbligata a partecipare a delle orge.

(Continua dopo le foto)






 



 

Sono nove le signore, tutte tra i 45 e i 55 anni, sono state ascoltate dai carabinieri: tutte hanno confermato di aver avuto rapporti sessuali con don Contin. Avviate le indagini i militari avrebbero trovato nella canonica sex toy, materiale per riprese, filmini hard anche con altri sacerdoti. Lo scandalo però continua ad allargarsi e alcune delle sue amanti hanno dichiarato che don Andrea era solito avere rapporti sessuali anche con dei transessuali: “A don Andrea non piacciono solo le donne. Le sue perversioni lo hanno portato spesso ad avere rapporti sessuali con i trans, uno in particolare a cui don Contin si sentiva molto legato. Posso dire che era il suo preferito”.

“Ecco cosa succedeva in quella chiesa”. Uno scandalo destinato ad allargarsi, quello che ha colpito don Andrea. E ad alimentare nuove polemiche sul clero Accuse terribili e infamanti

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it