Tassista violentata, Borgese resta in carcere. “È provato, l’ho trovato in lacrime…”


 

“Ha ribadito la confessione ed è provato. Quando l’ho incontrato stava piangendo”. Lo ha detto l’avvocato Vincenzo Daniele Mistretta, difensore di Simone Borgese, l’uomo che ha confessato di aver violentato la tassista romana, uscendo dal carcere di Regina Coeli al termine dell’interrogatorio di garanzia.

Alla domanda se presenterà ricorso al riesame e se pensa di chiedere il rito abbreviato, Mistretta ha concluso: “Ora è presto ma valuteremo tutte le possibili strade”.

La storia segreta dello stupratore con la faccia da bravo ragazzo








Caffeina news by AdnKronos

www.adnkronos.com

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it