“Tre corpi nella neve, li abbiamo trovati così”. Mentre l’Italia segue con il fiato sospeso le operazioni di recupero dei dispersi del terremoto in Abruzzo, ecco arrivare la drammatica conferma


 

Mentre l’Italia segue con apprensione le operazioni di salvataggio dei dispersi intrappolati sotto le macerie dell’hotel Rigopiano, con aggiornamenti ora dopo ora che stanno tenendo tutti con il fiato sospeso, ecco arrivare purtroppo una drammatica notizia dalla frazione di Ortolano (Campotosto), in provincia de L’Aquila, dove è stato annunciato il ritrovamento del corpo senza vita di un uomo travolto da una slavina a seguito delle scosse del terremoto. A rinvenire il cadavere sono stati gli uomini della guardia di finanza che lavoravano da giorni nella zona. La vittima è stata poi identificata come Enrico De Dominicis, 73 anni. “Abbiamo raggiunto Campotosto alle prime luci del mattino e abbiamo iniziato le ricerche” spiega il funzionario dei Vigili del Fuoco Enzo Albanese. Pensionato Enel, De Dominicis aveva lavorato in passato alla centrale idroelettrica di Provvidenza, a pochi chilometri da Campotosto. Viveva con il fratello e all’arrivo della slavina stavano entrambi uscendo di casa dopo una scossa di terremoto. (Continua a leggere dopo la foto)








 

Il fratello si è salvato, mentre lui è stato travolto. Trovate morte anche le tre persone disperse da ieri a Poggio Umbricchio, frazione del comune montano di Crognaleto. La scoperta è stata fatta da una delle squadre dei Vigili del Fuoco di Teramo impegnati nelle ricerche da ieri sera. Si tratta di Mattia Marinelli, 23 anni. Poco dopo scoperto anche il cadavere del padre Claudio, 50 anni. (Continua a leggere dopo la foto)




 


 

Nel frattempo il sindaco di Campotosto Luigi Cannavicci ha lanciato un disperato appello: “Sul Monte Corno c’è una frana in atto. Si deve intervenire subito, altrimenti rischiamo di perdere la frazione di Ortolano”. Il rischio è che possano verificarsi nuove valanghe sul paesino. Ieri erano stati tratti in salvo in elicottero i 21 abitanti intrappolati nelle case.

Terremoto Centro Italia, c’è un morto. Ma non a causa dei crolli: ecco l’altro terribile effetto del sisma che gli esperti non sottovalutano

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it