Due morti, ancora. Italia sotto choc per l’ennesimo, tragico fatto di sangue. Ha poggiato la canna della pistola sulla sua testa e ha fatto fuoco. Poi lui e lei li hanno trovati così


 

Tragedia in Campania. Alle ore 04.30 circa di questa mattina in Santa Maria Capua Vetere i Carabinieri della locale Compagnia sono intervenuti in via Galatina dove all’interno della camera da letto della loro abitazione hanno rinvenuto i corpi senza vita di due coniugi: Teresa Cotugno e Franco Sorbo. La donna, ancora distesa, aveva un colpo di pistola alla testa; l’uomo, invece, pochi centimetri più in basso era riverso a terra anch’egli ucciso da un colpo d’arma da fuoco. La pistola, una calibro 9×21 utilizzata per commettere il delitto, è stata trovata ai piedi dell’uomo. I primi accertamenti rivelano che Sorbo, ex guardia giurata deteneva legalmente l’arma. A trovare i corpi è stata la figlia ventenne della coppia. La ragazza è rincasata tardi ma non è riuscita ad entrare perché l’ingresso era chiuso dall’interno. Così ha chiamato i vigili del fuoco che hanno aperto la porta, quindi si è precipitata nella camera da letto dove ha fatto la macabra scoperta. La coppia aveva anche un altro figlio di qualche anno più piccolo che è fuori perché militare. (Continua dopo la foto)






Litigi frequenti e altrettanto frequenti riappacificazioni nella storia dei due. L’ultima, pare, venerdì scorso per motivi ancora non chiari. Non risultano invece denunce per stalking e maltrattamenti. Qualcuno, tuttavia, ha raccontato del carattere ossessivo dell’uomo con la donna che qualche volta aveva detto volerlo di lasciare: “Se mi lasci mi sparo”, le avrebbe detto. Un ambiente familiare quindi fatto di contrasti caratteriali che erano diventati ostacoli quasi insormontabili.

(Continua dopo le foto)






 



 

Sul caso indaga la procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere e il tenente Emanuele Macrì che comanda la locale Compagnia dell’Arma. Dalle prime indiscrezioni fra le ipotesi più accreditate ci sarebbe quella dell’omicidio-suicidio. Una nuova storia di violenza sulle donne dopo quella di ieri a Milano, culminato stamani con l’arresto del marito, crollato dopo un interrogatorio di quattro ore in procura.

“Femminicidio!”. Il popolo della rete non ha dubbi e il cantante finisce sotto accusa. Ma lui, che è famoso anche per non avere peli sulla lingua, non ci sta e risponde senza fare sconti

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it