Da giorni il mal di testa non la lasciava in pace al punto da spingerla a correre al pronto soccorso. Le analisi danno tutte esito negativo ma il fastidio non passa fino a quando…


 

Una storia terribile che lascia senza parole. Una morte che, per ora, non ha ancora una causa certa. Viene da Zelarino, piccolo comune della provincia veneta nel comune di Venezia. Vittime, una donna di 46 anni. Stefania Mariano morta l’altra sera all’ all’ospedale all’Angelo di Mestre dov’era andata, accompagnata dal marito Carlo, per un normale controllo dopo il malessere e i mal di testa accusati nei giorni appena prima dell’Epifania. Emicranie continue e ripetute di cui non è ben chiaro se la donna soffrisse o meno. Alla prime avvisaglie Stefania si era subito rivolta al suo medico di famiglia che l’aveva rassicurata: “Non è niente di grave, ma se non passa vada a farsi vedere al Pronto soccorso”, riporta il Gazzettino. Questo Stefania Mariano aveva riferito serena alle amiche e ai genitori dei compagni di scuola dei figli che ieri, increduli e sconvolti, hanno saputo la tragica notizia. Uno choc collettivo che ha investito un’intera comunità. E non la prima tragica notizia che arriva. (Continua dopo la foto)






Pochi giorni fa infatti, il paese era stato oggetto di un altro dramma. Un uomo, di 56 anni, residente da anni a Zalarino, per cause ancora al vaglio delle forze dell’ordine, si è tolto la vita. A trovare il suo corpo esanime era stata una parente stretta, che, non appena fatta la macabra scoperta, aveva subito allertato i soccorsi. Sul posto si era portata immediatamente l’ambulanza del 118, ma era stato chiaro fin da principio come non ci fosse più nulla da fare. La vittima, a quanto si apprende da fonti locali, si era impiccata per motivi inerenti la sua sfera personale.

(Continua dopo le foto)






 



 

 

Al medico sul posto non era rimasto altro che constatare il decesso del 56enne, mentre i rilievi sono stati affidati alla polizia. Non ci sarebbero dubbi sulla dinamica dell’accaduto (è stato eseguito un sopralluogo anche della polizia scientifica) tant’è vero che la salma è stata subito posta a disposizione dei famigliari per le esequie.

“Mi sento male”. Ha sempre la nausea, la vista offuscata e dei mal di testa tremendi ma nessun medico riesce a risolvere la “malattia” di questo 12enne. Fino al giorno in cui non gli fanno la risonanza magnetica

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it