“Doveva essere mia”: uccide la ex a coltellate e poi tenta il suicidio…


 

Quella separazione proprio non l’accettava. Così un muratore di 43 anni, Angelo Barberio, ha ucciso a coltellate la sua ex compagna, Francesca Le Pera, nella loro casa a Gerenzano, in provincia di Varese. Poi ha cercato di suicidarsi, ferendosi al collo con la stessa arma. A trovare i corpi sono stati i due figli della coppia.

La minore, una ragazzina 15enne, attorno alle 11 stava dormendo nella sua camera. Ha sentito le urla e subito ha chiamato il fratello, 19 anni, che si trovava fuori casa. Come riporta Repubblica, i due ragazzi non hanno avuto il tempo di intervenire e si sono trovati davanti il corpo della madre riverso a terra, nel sangue, in cucina, e il padre, ferito, nel bagno. Quando sono arrivati i soccorritori del 118 e i carabinieri per la donna non c’era più nulla da fare. L’uomo, arrestato per omicidio volontario, è stato trasportato all’ospedale San Gerardo di Monza.

Ti potrebbe interessare anche: Quando la famiglia diventa tragedia, uccide la moglie a colpi di fucile e si ammazza