Spari al tribunale di Milano, i morti salgono a 3. Killer arrestato dopo una fuga in provincia


 

A sparare in tribunale sarebbe stato Claudio Giardiello, imputato per bancarotta fraudolenta. Secondo quanto raccontano gli avvocati presenti in aula, l’uomo avrebbe esploso 4 o 5 colpi di pistola al quarto piano del tribunale, sul lato di via Manara, attorno alle 11 di mattina dopo che il suo difensore ha rinunciato al mandato, scatenando il caos all’interno dell’edificio. I morti sono tre e tra loro è rimasto ucciso un giudice (nella foto, in primo piano). E il numero dei feriti sale a due.

(continua dopo le foto)





Il magistrato che è stato ucciso da Giardiello è il giudice fallimentare Fernando Ciampi. A riferirlo è il procuratore della Corte d’Appello Giovanni Canzio. Sarebbe stato ucciso nel suo ufficio, al secondo piano del palazzo di Giustizia. Ancora non è stato confermato ufficialmente, ma è presumibile che sia stato raggiunto da Giardiello, dopo che aveva già esploso almeno quattro colpi di pistola nell’aula della seconda sezione penale dove era in corso il processo a suo carico per bancarotta. La seconda persona uccisa a Palazzo di Giustizia di Milano sarebbe l’avvocato Lorenzo Alberto Claris Appiani. E poi sarebbe rimasto vittima anche un testimone all’udeinza a carico di Giardiello.

Il killer, secondo fonti del Corriere della Sera, sarebbe riuscito a dileguarsi su una moto e acciuffato dai carabinieri a Vimercate, in Brianza, alle porte di Milano, dopo una rocambolesca fuga e dopo essere stato braccato dalle forze dell’ordine all’interno del Palazzo di Giustizia, asserragliato al terzo piano.

“Non vi preoccupate, sto bene”: è quanto ha detto a chi lo ha contattato al telefono Stefano Verna, dottore commercialista dello studio Verna, ferito a una coscia nell’aula del palazzo di Giustizia dove era presente in qualità di testimone.

L’uomo avrebbe fatto fuoco contro il giudice e i testimoni e poi contro altri due uomini seduti nelle panche riservate al pubblico. Secondo il 118 due persone in arresto cardiocircolatorio sono state condotte rispettivamente al Policlinico e al Fatebenefratelli. Un ferito a Niguarda.

Spari al tribunale di Milano, bilancio drammatico: ucciso anche un giudice

Terrore a Milano: spari in tribunale, ci sono morti e feriti. È caccia al killer