Neonato abbandonato in un sacchetto, ora ha un nome e sta bene. Ma ecco l’affetto della gente


 

Era stato abbandonato sul ciglio di una strada, chiuso brutalmente in un sacchetto. Ma adesso quel neonato che il personale dell’ospedale ha deciso di chiamare Alberto, “sta bene ed è in condizioni di salute buone”. Sono le parole che arrivano proprio dal Niguarda di Milano, dove era stato portato il bimbo di circa una settimana trovato ieri a Cormano, nel Milanese. Il piccolo non ha problemi di salute ed è stato accudito con cura fino al momento dell’abbandono, confermano all’Ansa gli esperti della struttura.

Alberto pesa 2,7 kg e non ha bisogno di cure particolari. “È sotto osservazione più per proteggerlo che per un reale bisogno di cure”, spiegano i sanitari che intanto stanno facendo tutti i controlli del caso per scoprire eventuali patologie congenite o eventuali infezioni contratte al momento del parto.

Nel dramma rincuora il fatto che i medici hanno stabilito che il piccolo non ha subito maltrattamenti prima di essere abbandonato. E, inoltre, la direzione sanitaria dell’ospedale ha dichiarato di avere ricevuto parecchie telefonate, da diverse località, di persone che volevano adottare il piccolo. Saranno però le autorità preposte a gestire le procedure per l’affido e poi l’adozione del bimbo, che nel frattempo continuerà a essere accudito al Niguarda.

Neonato chiuso in sacchetto e abbandonato in un parco. Passano due passanti e…