Omicidio Pordenone: spunta una relazione pericolosa, ma chi era davvero l’obiettivo?


 

L’obiettivo del duplice omicidio avvenuto il 17 marzo a Pordenone sarebbe stato Trifone Ragone. Il 28enne e la fidanzata, Teresa Costanza, sono stati uccisi a colpi di pistola. Secondo le indiscrezioni del settimanale “Giallo”, il giovane avrebbe avuto infatti una storia con la donna di un uomo “pericoloso” e per questo sarebbe stato “punito”. In questo modo la pista passionale, che non era mai stata abbandonata, è quella al momento più battuta dagli inquirenti. Nei giorni scorsi un uomo, pregiudicato di nazionalità russa, è stato interrogato dagli investigatori: secondo quanto si desume dagli atti giudiziari di cui è stato protagonista, sarebbe un “picchiatore su commissione”. L’ipotesi è che possa essere stato assoldato da qualcuno per vendicarsi di Trifone e della sua presunta relazione pericolosa.







 

Ti potrebbe interessare anche:

Coppia uccisa a Pordenone, mistero sulla vita “segreta” di Teresa tra bellezza e locali notturni

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it