Nonna “assassina” prepara cioccolata calda ai nipotini: tutti in ospedale e lei in procura


 

La nonna prepara sempre prelibatezze? Indubbiamente è uno dei motivi per cui le nonne sono un ottimo rifugio per i nipoti, ma questa volta per tre bambini e due adulti la casa dell’anziana signora è stata quasi un inferno. Ecco la storia, che arriva da Vicenza. Due nipotini e un loro amico (tutti tra gli 8 e i 12 anni) erano andati a farle visita. E poiché è buona abitudine offrire ai piccoli una goloseria, l’anziana signora ha pensato di preparare per tutti – lei compresa – una bella cioccolata calda. Ricordava, difatti, che nella sua dispensa ce n’era a sufficienza. Il rituale è stato quello normale: scaldato il latte, ha versato le buste di cioccolata e servito il tutto con dei biscotti. E poi… i dolori.

La sera, il primo ad accusare vomito e diarrea è stato l’amichetto, che è finito in ospedale. Poi è toccato ai due nipotini della padrona di casa, al loro papà e anche alla nonna. Inevitabilmente tutti hanno pensato alla cioccolata. E avevano ragione perché hanno scoperto che quelle buste di cioccolata erano scadute nel 1990. Stomaco sottosopra per tutti, ma alla nonnina è andata peggio perché – dura lex sed lex – nei suoi confrinti è scattata una segnalazione d’ufficio alla procura della Repubblica.

Amore, stress, cioccolata o… Cosa finirà per ucciderti? Ecco un test che te lo rivela