Abruzzo, rischia di crollare il castello di Roccascalegna. Il comune chiede aiuto sul web


È una corsa contro il tempo quella che vede impegnati gli abitanti di Roccascalegna, piccolo e fiabesco borgo in provincia di Chieti, in Abruzzo. A causa delle forti piogge che hanno colpito la zona nei mesi scorsi, un pezzo dello sperone di roccia arenaria su cui è ancorato a strapiombo il castello del XIII secolo è franato, facendo venire giù anche uno spigolo della chiesa di S. Pietro, che adesso si trova per una piccola parte sospesa nel vuoto a 30 metri di altezza.







 

“L’intervento di messa in sicurezza è molto complicato sia dal punto di vista tecnico che dell’incolumità di chi deve operare – spiega il sindaco Domenico Giangiordano – serve ancora qualche giorno di studio, anche se si propende per intervenire dall’interno della chiesa, con tiranti all’interno e fasciature esterne, così da mettere in sicurezza la zona per operare al di sotto”.




La piccola comunità ha fondi limitati e ha pensato di chiedere sui social aiuti, pareri e consigli tecnici per salvare questo prezioso gioiello dell’Abruzzo. La senatrice del Pd Stefania Pezzopane, in una nota, chiede un intervento immediato dei ministri dell’Ambiente e dei Beni culturali per il salvataggio del borgo di Roccascalegna: “Bisogna mettere in piedi un programma di manutenzione e prevenzione del territorio, e nel contempo tutelare il patrimonio storico architettonico”. Intanto le community sul web hanno avviato un tam tam seguito anche da personaggi famosi che hanno preso a cuore il problema. Ma il tempo stringe e occorrono interventi tempestivi e risorse immediate per evitare che il costone possa franare ancora.

 

Leggi anche:

Ecco le città italiane in cui si vive meglio (e peggio)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it