Ora legale, 5 consigli utili per evitare depressione, insonnia e sbalzi d’umore


 

Ora legale 2015, preparatevi a dormire un’ora di meno. Ecco i consigli utili per evitare sbalzi umore, insonnia e depressione. Tra sabato 28 e domenica 29 marzo gli italiani dovranno spostare le lancette degli orologi un’ora in avanti, dalle ore 2 alle ore 3, si perderanno 3600 secondi di sonno, ma guadagneremo luce solare. Il cambiamento d’ora permetterà un risparmio energetico per il minore consumo di illuminazione. Lo spostamento di orario ha effetti negativi sull’umore. Questo cambiamento di luce condizionerà soprattutto le fasce d’età più deboli come anziani e bambini, con effetti simili a quelli di un mini jet-lag. I principali effetti del ritorno all’ora legale possono essere cambi d’umore, insonnia e depressione, incidendo, quindi, sulle nostre abitudini.

(Continua a leggere dopo la foto)



Metà degli italiani soffre di disturbi di insonnia, irritabilità, stanchezza e stress dovuti al cambio dell’ora. Come riuscire ad alleviare i sintomi da ora legale? Ecco alcuni consigli utili di rimedi naturali contro lo stress.

1. Domenica 29, alzarsi all’orario abitudinario, concedersi al massimo un’ora in più di sonno e andare a letto all’ora frequente. Per finire, lunedì 31, evitare le discussioni. Perché? Restando pacifici si tiene ad un livello basso il cortisolo, che è l’ormone dello stress.

2. Cosa bere Nelle 4 ore prima di coricarsi non bere alcol. A partire da 6 ore prima di andare a dormire, è meglio rinunciare non solo al caffè, ma anche al tè e alle bevande gassate. Quindi, dopo le 18, bevete tisane a base di maggiorana, anice, passiflora, valeriana o melissa. In alternativa, va bene anche un bicchiere di latte tiepido zuccherato con del miele: funziona perché il latte contiene triptofano, un aminoacido che stimola la produzione di serotonina.

3. La dieta del sonno Non andate a letto digiuni o dopo una cena frugale perché rischiate di svegliarvi dai crampi, ovviamente dovrete anche evitare di consumare pasti troppo pesanti per evitare problemi di digestione. La dieta ideale per favorire il sonno prevede gli zuccheri lenti come pomodori, riso, pasta e pane, i latticini e la frutta che favorisce il sonno come banane, mandarini, datteri e fichi.

4. Sport all’aperto Per entrambi i profili, l’attività fisica aerobica, consigliabile in questo periodo per chi non è a rischio di problemi cardiocircolatori, attenuerà gli effetti ormonali di questi cambiamenti. Si approfitti dell’ora in più di luce per scaricare ansia e tensioni all’aria aperta.

5. Chi è abituato ad addormentarsi presto, non cerchi di cambiare il proprio bioritmo in funzione dell’aumento della luce esterna, ma si abitui con gradualità a posticipare il riposo.

Potrebbe anche interessarti:

Torna l’ora legale (e i suoi rischi per la salute). Tutto quello che vi conviene sapere…