Rapina stile far west a Napoli, incredibile ma vero: i banditi sono due carabinieri…


 

Incredibile ma vero: quelli che inizialmente erano passati come eroi, si sono rivelati i malfattori. Nella rapina con inseguimento stile far west con nel Napoletano, si è scoperto che i malviventi erano due carabinieri in congedo. Secondo una prima ricostruzione, i due militari sono entrati nel supermarket Etè di via Vecchia Sarno di Ottaviano per rubare i soldi dell’incasso.

La rapina non è andata a buon fine e sono scappati a bordo di un’auto dopo avere sparato alcuni colpi nel supermercato e ferito delle persone. A questo punto, dopo l’allarme di un dipendente del market, è partita la caccia al rapinatore. L’inseguimento si è fermato all’altezza della zona industriale di Ottaviano, sulla strada statale 268, a causa di un incidente. La svolta nelle indagini è arrivata in serata, quando gli inquirenti hanno messo insieme gli indizi contradditori nei racconti dei due militari coinvolti. A questo punto, il pm di Nola ha deciso il loro fermo perché indiziati dei reati di rapina aggravata e tentato omicidio plurimo.

I carabinieri che prestano servizio in Veneto, ma al momento della rapina in congedo in Campania, sono entrambi piantonati nell’ospedale di Sarno. Uno ha una ferita al gluteo, l’altro una frattura alle ossa nasali. Intanto, c’è una vittima: a morire è stato Pasquale Prisco, 28 anni, figlio del proprietario del supermercato. Era uno dei quattro feriti più gravi, in prognosi riservata. Colpito all’addome, aveva gravissime lesioni al duodeno e al fegato, oltre che alla colonna vertebrale. I medici dell’ospedale Martiri del Villa Malta di Sarno, dove era stato ricoverato, l’avevano sottoposto a un delicatissimo intervento. Qualche ora dopo l’operazione, però, è morto.

Ti potrebbe interessare anche: Far west a Napoli: rapinano supermercato e fuggono a bordo di un’ambulanza, 10 feriti