Omicidio Loris, il mistero delle fascette spiegato dalla maestra


Al centro delle indagini sull’omicidio di Andrea Loris Stival, ucciso sabato pomeriggio nel ragusano, sono finite alcune fascette di plastica che la mamma del piccolo ha consegnato nel pomeriggio di lunedì scorso, assieme ad altro materiale scolastico che apparteneva al bimbo, alle sue due maestre. Le fascette sarebbero compatibili con quella utilizzata per strangolare Loris. Ma perché si abbia un riscontro definitivo occorreranno alcuni giorni.

Caso Loris, l’auto della madre non è mai stata davanti alla scuola del bimbo

Caso Loris, tracce di dna sotto le unghie del piccolo. Svolta vicina?








Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it